L’albero di Natale torna a piazza Venezia

Ripristinata la tradizione dopo L'interruzione di ben 4 anni a causa dei lavori di costruzione della nuova linea della metropolitana
di Maria Giovanna Tarullo - 4 Dicembre 2009

Il Natale capitolino torna alle origini, ritrovando quei simboli che da sempre lo hanno caratterizzato. Sabato 5 dicembre 2009, dopo ben 4 anni, ritorna a decorare piazza Venezia lo storico albero di Natale, che a causa dei lavori di costruzione della nuova linea della metropolitana, lo scorso 2006, aveva traslocato presso il Colosseo.

L’abete di 21 metri proveniente dalla Val di Fiemme, donato da vivai certificati, sarà allestito nella mattinata dagli operatori del Servizio Giardini. Ma il lavoro degli operatori non si limiterà solo a piazza Venezia, perché a fare compagnia al grande abete ce ne saranno altri, di cui uno installato in piazza del Campidoglio ed uno al Pincio e altri di piccole dimensioni collocati in tutti i Municipi della città. In occasione della Festa dell’Immacolata Concezione il prossimo 8 dicembre, come da tradizione, gli abeti allestiti in piazza Venezia e in piazza del Campidoglio verranno illuminati.

L’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo alla presentazione dell’iniziativa, lo scorso 4 dicembre, ha dichiarato: ‘Per rispetto dell’ambiente l’invito che rivolgo ai cittadini è quello di accertarsi che gli alberi di Natale provengano da vivai garantiti dalla certificazione FSC (Forest Stewardship Council) che ne attesta la provenienza da boschi gestiti nel rispetto della natura. E’ importante sottolineare che gli abeti utilizzati nelle piazze della città, saranno poi portati nei centri di compostaggio Ama, dove verranno trasformati in concime di qualità per i nostri splendidi giardini”.

Presenti all’evento anche l’assesore alla Cultura Umberto Croppi ed il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che hanno presentato le iniziative organizzate dal Campidoglio. «Saranno una sessantina le iniziative in programma – ha spiegato Croppi – Per questa seconda edizione ci sarà spazio per tutto: per la musica con il tradizionale concerto di Natale che si svolgerà all’Ara Coeli, mentre la StazioneTermini verrà illuminata da splendidi giochi di luce ed i Musei che resteranno aperti anche di sera e che ospiteranno eventi di spettacolo. In particolare, l’Ara Pacis sarà visitabile di sera dal 27 dicembre al 6 gennaio». Mentre il sindaco Alemanno ha rivolto un particolare pensiero al mondo della solidarietà: «Saremo vicini alle parrocchie romane, presidi naturali della solidarietà». Infatti, saranno molte e soprattutto in periferia le parrocchie che ospiteranno lo spettacolo «Favola di Natale» con una raccolta solidale. Anche quest’anno, si svolgerà Roma Insieme, un’iniziativa in collaborazione con la Caritas per effettuare una raccolta di beni utili e generi alimentari soprattutto per i bambini.»


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti