L’Ater sfratta la Lazio Calcio femminile

Augusto Santori (PDL):"Corviale ha bisogno della Polisportiva Osaka, spero che il Presidente Petrucci si ravveda"
comunicato stampa - 22 Aprile 2009

“Da qualche ora a questa parte la struttura che ospitava la SS Lazio Calcio Femminile è stata soggetta a sfratto da parte dell’Ater per i mancati pagamenti dei canoni fissati dall’istituto. Bambini, disabili e ragazzi e ragazze che frequentavano il centro sportivo di Corviale non hanno più un campo dove giocare e per questo spero che il presidente Petrucci si ravveda e ritorni sui suoi passi, aprendo una trattativa con una realtà sportiva e sociale di forte rilevanza per questo quadrante della città”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV e Vice Presidente della Commissione Sport del Municipio XV.
“La Polisportiva Osaka, sita in via Poggio Verde al quartiere Corviale, fu rilevata nel novembre 2005 dalla SS Lazio Calcio femminile e subentrò anche nei debiti pregressi accumulati dalla precedente gestione per 98mila euro. Il nuovo canone d’affitto, che fu fissato unilateralmente dall’Ater, ammontava a ben 10mila euro netti mensili, non considerando minimamente l’abbattimento rispetto al canone d’affitto di mercato, così come avviene regolarmente per gli impianti comunali in concessione, di cui dovrebbero godere strutture sportive a scopo sociale quale è quella della Polisportiva Osaka”, prosegue Santori.
“Nei prossimi giorni, assieme a numerosi ragazzi e diverse famiglie, saremo pronti a scendere in piazza per richiedere all’Ater di tornare sui suoi passi, questo affinché diversi studenti di scuole medie e superiori, i ragazzi di Corviale, la scuola calcio femminile, i cittadini diversamente abili di diversi istituti e la Roma Volley possano tornare ad avere un impianto sportivo cui poter contare”, conclude Santori.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti