Sport  

Maledetti rigori, la Roma abbandona l’Europa

Giallorossi sconfitti dall'Arsenal: finisce il sogno Champions
di Francesco De Luca - 12 Marzo 2009

Lo sconforto di Tonetto dopo l’errore fatale dal dischetto. Foto GMT

Roma e calci di rigore, una maledizione che continua. Come 25 anni fa contro il Liverpool i giallorossi sono stati estromessi dalla Coppacampioni dagli undici metri, anche se allora si trattava della finale qui di un “semplice” ottavo.

Finisce così l’avventura nella massima competizione europea che vedrà il suo atto finale proprio nella Capitale il prossimo 27 maggio. Davvero un peccato per la squadra di Spalletti protagonista di una partita gagliarda e ammirevole malgrado lo stato di emergenza totale dal punto di vista fisico. Emergenza proseguita nel corso del match visti gli infortuni di Juan e Taddei.

A inizio partita il tecnico toscano si affida ad un insolito 4-1-3-2 con Pizarro davanti alla difesa – orfana anche dell’influenzato Mexes sostituito da un ottimo Diamoutene – Taddei, Brighi e Tonetto dietro Vucinic e Totti. Al 5° Juan dopo un impeccabile salvataggio in scivolata si infortuna; ma prima di uscire definitivamente dal campo il brasiliano, al 9°, trova il tempo di portare in vantaggio la Roma. Azione sulla sinistra di Tonetto, palla a Totti che crossa rasoterra, velo di Taddei con il difensore centrale che di destro supera Almunia.

L’Arsenal tenta di reagire, facendo leva sulla migliore condizione fisica, ma la difesa giallorossa regge bene. Al 22° giallorossi vicini al raddoppio: Motta si invola sulla destra e appena fuori area scarica un destro che Almunia non trattiene, sulla respinta palla per Taddei che con un fendente rasoterra costringe il numero uno spagnolo al secondo grande intervento in pochi secondi.

Al 42° episodio che fa discutere. Azione di rimessa della Roma ancora con Motta che liberatosi di Clichy entra in area: il francese lo tocca sbilanciandolo, sospetto rigore sul quale però l’arbitro Mejuto Gonzales sorvola.

Nelle ripresa l’Arsenal si fa più intraprendente e la Roma arretra. Diaby prima e Tourè poi sfiorano il pari, ma la grande occasione per chiudere i conti è per i padroni di casa all’80°. Ennesima sfuriata sulla destra di Motta che serve Totti con un cross rasoterra, tocco di prima del capitano per Baptista che solo davanti ad Almunia sbuccia clamorosamente il pallone. Nei supplementari non succede molto. Si arriva così alla lotteria dei rigori che sorride agli inglesi: l’errore decisivo per la Roma è di Tonetto.

Finisce qui, tra lacrime e sudore, con gli uomini di Spalletti a prendersi sotto la sud l’applauso di uno straordinario pubblico che anche in questa ennesima maledetta serata non ha fatto mancare il proprio apporto.

Adotta Abitare A

Roma- Arsenal 1-0 (6-7 dcr)

ROMA (4-1-3-2): Doni; Motta, Diamoutene, Juan (27° Baptista), Riise; Pizarro; Brighi (119° Montella), Taddei (90° Aquilani), Tonetto; Vucinic, Totti. All. Spalletti
ARSENAL (4-2-3-1): Almunia; Sagna, Tourè, Gallas, Clichy; Diaby, Denilson; Ebouè (73° Walcott), Nasri, Bendtner (85° Eduardo); Van Persie. All. Wenger
Arbitro: Mejuto Gonzales
Rete: 9° Juan
Sequenza rigori: Eduardo parato, Pizarro gol, Van Persie gol, Vucinic parato, Walcott gol, Baptista gol, Nasri gol, Montella gol, Denilson gol, Totti gol, Tourè gol, Aquilani gol, Sagna gol, Riise gol, Diaby gol, Tonetto fuori Angoli: 13-8 per l’Arsenal


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti