Municipi:

Numeri da record di partecipazione di atleti e risultati eccellenti nel Trofeo Bravin 2023

Alessandro Santangelo ha sfiorato nei 2000 metri il record italiano della categoria cadetti- All’atleta toscano e al giavellottista Giovanni De Cesare l’ambito Trofeo Bravin

Numeri da record e risultati valore assoluto per l’edizione n° 56 del Trofeo Giorgio Bravin che è andata in scena allo Stadio Paolo Rosi di Roma. L’evento organizzato da Asi, il più longevo in assoluto tra le manifestazioni di atletica giovanile che si svolgono Italia, è stato nobilitato dalla presenza di 1185 atleti e da prestazioni di altissimo livello tecnico, con primati stagionali e della manifestazione frantumati, e con numerosi personal best nettamente superati, confermando ancora una volta come il Trofeo Bravin sia ogni anno un importante trampolino di lancio per i migliori cadetti e allievi italiani.

La migliore performance, quella che ha strappato gli applausi più convinti del folto pubblico presente sugli spalti, è stata quella del cadetto Alessandro Santangelo nei 2000 metri. L’atleta della Atletica Virtus Lucca ha fermato il cronometro a 5:29.95, a soli 8 decimi dalla miglior prestazione italiana di sempre, di Yohannes Chiappinelli che resiste dal 2012. Naturalmente quella di Santangelo è di gran lunga la migliore prestazione dell’anno.

Sempre dal mezzofondo arriva la migliore prestazione stagionale sui 1000 mt.. A firmarla  Caterina Caligiana (Atl.Capanne Pro Loco)  che ha fatto registrare un eccellente 2:56.19.

Vola nei 300 ostacoli cadetti Diego Mancini (Studentesca Andrea Milardi Rieti) che ferma il tempo a 39.09, secondo miglior riscontro stagionale italiano.

Altro protagonista di giornata il cadetto Dario Stanghellini (Csain Velocemente), atleta allenato dalla campionessa Marisa Masullo, che ha vinto dominando sia negli 80 mt. che nei 300 mt.

Bella performance negli 80 hs cadette di Sofia Iacoangeli che ha fermato il cronometro a 11.93, stabilendo il primato stagionale della categoria.

Nel disco arrivano conferme da Mattia Bortolini dell’Atletica Grosseto, già detentore della migliore prestazione stagionale con 53,84, che ha vinto la prova con 49,28.

Nel salto in alto maschile cadetti il napoletano Simone Esposito ha vinto la gara valicando l’asticella ad 1.78.

Bene nel peso cadetti John Jesse Nosakhare (Corricastrovillari) che con la misura di 12.90 ha migliorato di oltre un metro il suo personal best.

Non ha deluso nel giavellotto allievi il favorito il tarantino Giovanni De Cesare (Atl. L’amico-Cras Taranto) che ha scagliato l’attrezzo oltre i 60 mt. a 60.81.

Tra le allieve da circoletto rosso la bella prova di Myriam Tofi (Tirreno Atletica Civitavecchia) che nei 1500 ha fermato il tempo a 4:42.02, miglior prestazione stagionale dell’anno.

Nel giavellotto allieve Cinzia Burzicchi (Atletica Pakman) già campionessa italiana cadette del 2022, ha migliorato il suo personal best, aggiudicandosi la prova con un lancio di 41.13.

Nella classifica a squadre la Atletica Virtus Lucca ha vinto fra i cadetti, le Fiamme Gialle Simoni prime fra le cadette e allievi mentre la Nissolino Atletica di Latina ha vinto tra le allieve.

Gli ambiti Trofei Bravin, assegnati alle perfomance migliori in assoluto delle due categorie sono andati ad Alessandro Santangelo fra i cadetti e a Giovanni De Cesare per gli allievi.

Presenti alle premiazioni il presidente nazionale Asi Claudio Barbaro, il direttore generale Asi Fabio Salerno, il presidente regionale Asi Lazio Roberto Cipolletti, il responsabile nazionale Atletica Asi Sandro Giorgi, Alessia Pennesi segretaria amministrativa Asi. Appuntamento al 2024.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento