Richard Gere in Campidoglio per il Tibet

Il 17 ottobre l'attore americano è stato ospitato dal Sindaco di Roma
di Maria Giovanna Tarullo - 19 Ottobre 2009

Roma, in questi ultimi giorni di ottobre che ci accompagnano dolcemente verso l’inverno, si diverte ad imitare Hollywood, con tanto di star del cinema, passerelle sul tappeto rosso ed eventi esclusivi celebrati nel corso della Festa Internazionale del Cinema di Roma, ormai, al livello della storica mostra del cinema di Venezia.

Ma non tutte le celebrità limitano il loro soggiorno nella capitale alla promozione dei loro lavori o a giornate di shopping nel centro. In alcuni casi si occupano anche di solidarietà. L’attore in questione è Richard Gere, che arrivato in Italia per la promozione all’interno del Festival Internazionale del Cinema del film "Hachiko" (in uscita nelle sale il prossimo Natale ), ha accettato l’invito del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, presso il Campidoglio.

L’incontro, avvenuto lo scorso 17 ottobre, è stato voluto fortemente da Alemanno, impegnato personalmente a perorare la causa della questione Tibet e concordare eventuali iniziative con l’associazione fondata dall’attore americano la ‘Gere Foundation’, che da anni si occupa dei bambini tibetani esuli e dell’assistenza sanitaria contro l’Aids.

La visita di Richard Gere, accompagnato dalla moglie Karey Lowell, è proseguita con un colloquio, durato circa un ora, tra l’attore ed il primo cittadino romano riguardo il suo viaggio in Tibet nel 2000 : "Ho visto come la cultura tibetana – ha raccontato Alemanno – sia soggetta a omologazione, come ci sia la forte tendenza ad un controllo politico e culturale di questo popolo. L’obiettivo, a mio parere, non è quello dell’indipendenza ma del genuino riconoscimento dell’autonomia del Tibet dentro la repubblica popolare cinese".

In conclusione Gianni Alemanno ha donato alla star di Hollywood una fotografia del Dalai Lama, nel giorno in cui ha ricevuto la cittadinanza onoraria, ed una copia del libro “Cuore Divino”, 125 scatti con interviste ai principali produttori vitivinicoli italiani, realizzato per raccogliere fondi destinati ai bambini esuli tibetani, che oggi vivono in villaggi a nord dell’India a Darhamsala.
Richard Gere all’uscita del Campidoglio ha dichiarato: "sono molto contento di essere a Roma, è un posto davvero stupendo, tutti sono sempre così gentili con me e con la mia famiglia, ci sentiamo a casa". Il sindaco di Roma ha annunciato la prossima visita del Dalai Lama il 18 novembre, in occasione del congresso mondiale dei parlamentari favorevoli alla causa tibetana.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti