Torna Parent Project Band per la Campagna ‘Insieme X fermare la Duchenne’

Lo storico gruppo rock, il prossimo 10 febbraio all’Alpheus di Roma per il concerto di Beneficienza
di Letizia Palmisano - 10 Febbraio 2010

“Rock per la ricerca” è il titolo dello straordinario evento musicale durante il quale si esibirà la Parent Project Band che anticiperà di qualche giorno la raccolta fondi dell’associazione di genitori che combatte contro la distrofia di Duchenne e Becker. Dal 13 febbraio al 13 marzo 2010, infatti, Parent Project Onlus ha organizzato la Campagna “Insieme X fermare la Duchenne” che quest’anno andrà a finanziare le attività dedicate alla Comunità Duchenne.

Durante il Festival Musicale, che avrà luogo all’Alpheus di via del Commercio 36 dalle ore 21 (con ingresso ad offerta libera), si esibiranno anche i 4 Horsemen, Le Olive Greche, gli Elsidien e i Runa Raido, band romane che hanno aderito all’iniziativa benefica con grande entusiasmo.

Il nucleo della Parent Project Band si forma nel 1989, grazie all’iniziativa ed alla passione comune per la musica di tre amici. Nell’agosto 1996, la band realizza un CD che è subito messo a disposizione della nascente associazione e grazie al quale vengono raccolti i primi fondi destinati a Parent Project Onlus. Dal 2000 al 2008 è stato l’elemento fondamentale delle esibizioni del Concerto di Natale organizzato dagli Ufficiali Giudiziari di Roma. Del gruppo fanno attualmente parte Stefano Della Rovere, Luca Biondi, Massimo “Cioci” Sandonà, Fabrizio Allegrini e Sante Giuliani.

Parent Project Onlus è un’Organizzazione – diffusa in tutto il mondo e fondata in Italia nel 1996 da famiglie che hanno bambini affetti da Distrofia Muscolare Duchenne e Becker – che lavora per accelerare il raggiungimento di una terapia e insieme garantire e diffondere le migliori opportunità di trattamento necessarie a far crescere la qualità della vita della Comunità Duchenne. In Italia sono oltre 5.000 le persone affette dalla Distrofia di Duchenne e Becker, una malattia genetica che colpisce 1 su 3500 bambini maschi e per cui non esiste ancora una cura specifica. Più di 20.000 le persone coinvolte direttamente nell’assistenza quotidiana necessaria per garantire loro la stessa sopravvivenza.

La Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker (DMD e BMD) è una malattia genetica degenerativa legata al cromosoma X, la forma più grave tra le distrofie muscolari, la più diffusa nei bambini perché si manifesta già intorno ai 2 – 3 anni di vita ed è dovuta dall’assenza di una proteina detta Distrofina. La conseguenza clinica è una progressiva perdita di forza muscolare con conseguente progressiva perdita delle abilità motorie. Questa patologia rara colpisce 1 su 3.500 bambini maschi nati vivi con un rischio statistico del 50% e viene trasmessa da donne sane portatrici del gene affetto. Attualmente esiste un trattamento da parte di una equipe multidisciplinare che permette di migliorare le condizioni generali e raddoppiare le aspettative di vita.

Per informazioni sulla Campagna e per sapere come effettuare una donazione è possibile visitare il sito www.fermareladuchenne.org


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti