A Roma la terza edizione del Festival Internazionale del Cinema

Dal 22 al 31 ottobre all'Auditorium Parco della Musica. Sezioni, mostre e trasporti dedicati
A.M. - 21 Ottobre 2008

Da 22 al 31 ottobre all’Auditorium di Roma torna la terza edizione del Festival del Cinema. Alle 20 Al Pacino ritirerà il Marco Aurelio d’Oro alla carriera, attribuito quest’anno all’Actors Studio, di cui Pacino è uno dei presidenti. Nella stessa sera l’attore presenterà “Chinese coffee”, film di cui è regista e protagonista. L’altro Marco Aurelio alla carriera andrà a Gina Lollobrigida per gli oltre sessant’anni sui set cinematografici. Alle 21,30 si inaugura la rassegna con uno spettacolo di Arto Lindsay, ispirato alle tradizioni degli “afro-blocos” ed una colonna sonora a base di samba . Il 23 ottobre l’apertura ufficiale del Festival con una pellicola in concorso, proiettata in anteprima mondiale: “L’uomo che ama” di Maria Sole Tognazzi con Monica Bellucci, Pierfrancesco Favino, Ksenia Rappoport e Piera Degli Esposti. La chiusura, spetterà all’ultimo Pulcinella con Massimo Ranieri, di Maurizio Scaparro.

La Selezione Ufficiale riunisce al suo interno le opere della sezione competitiva “Cinema 2008″ e le pellicole in concorso e fuori concorso di “Première – Anteprima”. In Cinema 2008 saranno selezionati 14 film in anteprima internazionale ed europea che concorreranno ai Premi Marc’Aurelio, attribuiti dalla Guria del Pubblico e dalla Giuria della Critica.

E’ stata poi ideata la sezione L’altro Cinema – Extra per gettare uno sguardo multiplo sulle nuove frontiere aperte da chi sta creando qualcosa di nuovo e diverso nel territorio dell’audiovisivo: si può entrare in una sala e fare una domanda a David Cronenberg e successivamente entrare in un’altra dove riascoltare Bob Marley e Fabrizio De André sullo schermo.

Alice nella città raccoglie, invece, nel suo programma una selezione internazionale dedicata al cinema per e dei ragazzi. E infine L’Occhio sul Mondo caratterizzata da musica, arte, incontri, letteratura e naturalmente cinema. Con all’interno Focus che raccoglie frammenti significativi della cultura di un paese attraverso una serie di eventi trasversali che ne illustrano la vitalità, la creatività e la contemporaneità.

Cinque mostre, tutte con inaugurazione tra il 21 e il 22 ottobre faranno, inoltre, da contorno alla festa di Roma: “Cento immagini di Dino Risi” a Palazzo Chigi ad Ariccia, “Chromosomes. Cronenberg oltre il cinema” al Palazzo delle Esposizioni, “C’era una volta il ‘48″ nello spazio espositivo dell’Auditorium, “Topolino, che attore!” al museo archeologico dell’Auditorium e la mostra fotografica “Il Brasile di Pierre Verger”.

A due giorni dall’apertura dei cancelli c’è già un primo risultato: 38.000 biglietti venduti, 8.000 in più dello scorso anno, 80.000 euro di incasso in più. Dopo 13 giorni di prevendita, la terza edizione del Festival Internazionale del Film di Roma fa registrare dunque un importante incremento nel numero dei biglietti venduti, pari a circa il 21%.

In occasione della Festa del Cinema, per il terzo anno consecutivo, torna in funzione, anche, la “Linea Cinema". Dal 22 ottobre la linea circolare sarà in strada per dieci giorni, dalle 8 alle 2 di notte, sia nei feriali che nei festivi. Il capolinea di partenza e arrivo sarà in via Pietro De Coubertin, vicino all’Auditorium Parco della Musica, epicentro della manifestazione. I bus della “Linea Cinema”, che saranno riconoscibili proprio dalla dicitura riportata sul display, effettueranno le fermate in via Flaminia, piazzale Flaminio, viale San Paolo del Brasile e sei fermate lungo via Veneto, anche per consentire lo scambio con la metropolitana e la vicina stazione della metro A in piazza Barberini. Da via Veneto, i bus riprenderanno la strada del ritorno in direzione di via De Coubertin.

Le fermate saranno riconoscibili dalle paline in forma di totem, realizzate proprio per l’evento e che riportano, su fondo bianco, il logo di Atac e del Festival del Film, la dicitura in italiano e in inglese di “fermata navetta”, l’elenco delle fermate e gli orari del servizio.
Per la “Linea Cinema” saranno utilizzati solo veicoli alimentati a metano, parte della flotta ecologica di Atac che comprende 30 vetture filobus, 50 veicoli elettrici, 360 vetture a metano. Per l’occasione anche i Bit – i biglietti integrati a tempo validi un’ora e 15 minuti e del costo di 1 Euro – avranno una versione “cinematografica”.

Nella zona dell’Auditorium, le prime chiusure al traffico e relative deviazioni sono iniziate alla fine di settembre: viale Pietro De Coubertin è chiuso tra via Argentina e via Gran Bretagna. Sono deviate le linee 53, 217, 233 e 910 e sono anche soppresse, in via temporanea, le fermate “De Coubertin/Auditorium” e “De Coubertin/corso Francia”al loro posto, le fermate vengono effettuate in viale Tiziano. La fermata “De Coubertin/Argentina” si effettua in viale della XVII Olimpiade.
Le linee 53, 217, 233 e 910, in direzione del Centro e di viale Bressanone, transitano per via Nedo Nadi, viale Tiziano, piazzale Cardinal Consalvi, lungotevere Salvo d’Acquisto, via Uruguay, corso Francia e viale Maresciallo Pilsudski. Le linee 233 e 910, in direzione di piazzale Ponte Milvio e piazza Mancini sono deviate per via Giulio Gaudini, via Argentina, via India, viale della XVII Olimpiade, via Unione Sovietica (nei giorni di mercato i bus transitano in via Svezia), via Nedo Nadi e viale Pietro de Coubertin.

Per il programma del Festival e ulteriori info: http://www.romacinemafest.it/romacinemafest/home.php?lang=it

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti