Al via la IV edizione del Roma Festival Barocco

Il programma dal 5 al 18 dicembre interesserà prestigiosi palazzi, chiese ed oratori della città barocca
Enzo Luciani - 4 Dicembre 2008

Al via il Roma Festival Barocco, giunto quest’anno alla sua IV edizione. Una manifestazione nata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e di prestigiosi Patrocini Istituzionali, si prefigge di recuperare e riproporre composizioni inedite della ricca tradizione musicale romana dei secoli XVII e XVIII. Un programma denso di appuntamenti che dal giorno 5 al 18 dicembre interesserà prestigiosi palazzi, chiese ed oratori della città barocca .

Il Festival di quest’anno, ideato dal suo direttore artistico Michele Gasbarro e promosso dall’Ensemble “Festina Lente”, ripercorrerà i primi anni del settecento, periodo particolarmente importante per la vita culturale della città. Grazie alla sfarzosità degli eventi musicali, Roma è considerata fra i principali centri produttivi d’Europa. I musicisti di quegli anni – Pasquini, Pitoni, Corelli – assistono all’arrivo di personalità come A. e D. Scarlatti, Hotteterre, Haendel, Zipoli, Caldara con i quali collaboreranno all’interno delle istituzioni musicali cittadine; l’interscambio costante e la co-partecipazione a rappresentazioni musicali nella città barocca, contamineranno vicendevolmente non solo i singoli tratti stilistici, ma buona parte della produzione musicale europea.

Seguendo il percorso artistico iniziato l’anno precedente, si è voluto dare risalto alla produzione musicale di quegli straordinari musicisti.

I concerti presenteranno al pubblico una serie di Cantate di G. F. Haendel scritte a Roma fra il 1707 ed il 1708, Cantate di A. Caldara ( a Roma dal 1708) e composizioni di A. Corelli, il più celebre musicista della Roma barocca. 

Arricchiscono la programmazione tre concerti dedicati alla musica strumentale di quegli anni, due sulla musica tastieristica a Roma (concerti del 11 e 12 dicembre) ed un concerto che pone in risalto problematiche ed aspetti stilistici fra stile italiano e francese (14 dicembre).

A completare la manifestazione l’esecuzione della Messa a tre cori di T. L. de Victoria nella basilica di S. Apollinare, luogo di magistero del musicista catalano. Una messa che incarna lo stile monumentale delle grandi messe barocche romane. L’opera viene presentata in forma di concerto il giorno 8; il giorno 7, a ricordo delle grandi celebrazioni barocche, viene realizzata in forma di celebrazione liturgica in lingua latina celebrata da S. E. Card. Poul Poupard. La fastosità di questi due appuntamenti verrà sottolineata da due momenti musicali “all’aperto”; verranno eseguite sinfonie strumentali dai balconi che si affacciano sulla piazza antistante la basilica, a ricordo delle “fanfare” rinascimentali che invitavano alla partecipazione dell’evento “al chiuso” e a vivere l’evento liturgico nella sua dimensione festosa e spettacolare.

In questa logica è stato inoltre inserito il concerto del 13 dicembre sui ritmi e le danze della Spagna barocca. Una ritmia di danza che contaminerà la scrittura della musica barocca del Settecento, rendendola spumeggiante e stilisticamente variegata.

Programma 2008

Venerdì 5 dicembre 2008, ore 21.00
Sala Accademica Istituto Pontificio di Musica Sacra
Piazza S. Agostino, 20a
Haendel e Caldara a Roma
Ensemble MVSICA PERDVTA

Domenica 7 dicembre 2008, ore 18.00
Piazza S. Apollinare
“toccata avanti la messa”
musica barocca dai balconi della piazza
Antiqua Brass Ensemble

Domenica 7 dicembre 2008, ore 18.30
Chiesa di S.Apollinare
Solenne celebrazione in lingua latina presieduta da S.E.R. Card. Paul Poupard
T. L. da Victoria – Missa Laetatus sum per tre cori a 12 voci
Schola Gregoriana– Ensemble Festina Lente

Lunedì 8 dicembre 2008, ore 18.00
Piazza S. Apollinare
“toccata avanti la messa”
musica barocca dai balconi della piazza
Antiqua Brass Ensemble

Lunedì 8 dicembre 2008,ore 18.30
Chiesa di S. Apollinare
T. L. da Victoria – Missa Laetatus sum per tre cori a 12 voci In forma di concerto
Ensemble Festina Lente

Giovedì 11 dicembre 2008, ore 21.00
Chiesa di S. Eustachio in Campo Marzio, Piazza S. Eustachio
“…per imparar il Modo Italiano nell’Organo…”
Musicisti italiani e stranieri a Roma dopo Frescobaldi
Luca Guglielmi – Organo

Venerdì 12 dicembre 2008, ore 21.00
Biblioteca Angelica, Piazza Sant’Agostino, 8 “…per imparar il Modo Italiano nel cembalo…”
Musicisti italiani e stranieri a Roma dopo Frescobaldi
Luca Guglielmi – Clavicembalo

Sabato 13 dicembre 2008, ore 21.00
Oratorio del Caravita, Via del Caravita
Al Ballo della Ciaccona
Ritmi di danza dalle strade ai palazzi nella Spagna barocca
Ensemble Antiquaviva

Domenica 14 dicembre 2008, ore 21.00
Chiesa di S. Luigi de’ Francesi, Piazza S. Luigi de’ Francesi
In trio tra roma e parigi
Musiche di Hotteterre, Haim, Haendel, Couperin
Laura Pontecorvo – traversiere
Francesca Giuffrè – violino
Evangelina Mascardi – tiorba
Guido Morini – clavicembalo

Mercoledì 17 dicembre 2008, ore 21.00
Palazzo Pamphilj, Piazza Navona
Le Cantate romane di G. F. Haendel
Accademia Bizantina
Concerto ad inviti

Giovedì 18 dicembre 2008, ore 21.00
Oratorio del Caravita, Via del Caravita
Le Cantate romane di G. F. Haendel
Accademia Bizantina
Concerto aperto al pubblico


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti