Alemanno: promesse… Blitz… Annunciazioni…

Al nostro Sindaco del resto piace molto apparire
di Alessandro Moriconi, Assessore all'Ambiente e alla Viabilità del Municipio Roma 7 - 30 Luglio 2011

Riceviamo e pubblichiamo

Dalle cronache di Roma di alcuni quotidiani si legge dell’ennesimo blitz notturno  del Sindaco Alemanno e del suo staff, fatto soprattutto di fotografi e giovani giornalisti, contro le lucciole che al buio dei nostri quartieri di periferia, hanno ormai conquistato ogni lampione dell’Acea e gli spazi che intercorrono tra un cassonetto e l’altro dell’Ama…indispensabile a sottrarsi all’eventualità, molto rara per la verità, che arrivi all’improvviso qualche volante delle forze dell’ordine…ovviamente per il solo accertamento dell’identità.

Noi come giunta di centrosinistra nel Municipio Roma 7 abbiamo provato a far diminuire la prostituzione sulla Palmiro Togliatti inventandoci, tra l’altro a costo zero e insieme ai dipendenti dell’Uosecs, alle associazioni e alle cooperative sociali, sportive e culturali che operano per e sul territorio municipali, un mese di iniziative nel Parco Madre Teresa di Calcutta che ha visto in un turbillon di iniziative culturali, dibattiti, artistiche, ludiche e di intrattenimento, la partecipazione di decine di scolaresche e la riappropriazione del parco da parte di migliaia di cittadini.

Ci siamo riusciti…ma la festa è finita e il parco dopo alcuni giorni è tornato ad essere utilizzato come alcova pubblica al chiaro di luna. Tutto è irrimediabilmente tornato come prima, peggio di prima. 

Lucciole, lucciole, lucciole a centinaia tutte giovanissime, contrastate nella loro attività dal concorrenziale mercimonio di uno sparuto gruppo di trans che da anni occupa parte dell’acquedotto Alessandrino su via degli Olmi e sul quale è stato definanziato da questa giunta un progetto di autorecupero che prevedeva anche una pista ciclopedonale e una nuova illuminazione che esaltasse la bellezza dell’ultimo acquedotto romano costruito dall’imperatore Alessandro Severo e della Torre Alessandrino. Un tutt’uno con piazza dell’Acquedotto Alessandrino e l’antica Cisterna Romana, restaurati proprio in questi giorni.

Blitz…filmati e qualche dichiarazione, come quella dell’On.le Tredicine che parla di una diminuzione del 20% della prostituzione in strada, rispetto a quella ereditata dalla precedente giunta di centrosinistra. Una affermazione quella dell’On.le Tredicine presidente della Commissione Politiche Sociali non corrispondente a quanto è possibile vedere nel circuito della prostituzione maschile e femminile esercitata, spesso h24 in Via Severini, Piazza Pino Pascali, Via E. Longoni, Via Palmiro Togliatti, Via degli Olmi, Via Collatina, Via Prenestina dall’incrocio Togliatti al raccordo Anulare e ultimamente anche sull’area del tunnel Tav dinanzi le abitazioni di Via Morbelli… altro che fenomeno in diminuzione.

Oltre ad un più assiduo controllo del territorio, il sindaco dovrebbe fare in modo che l’Acea potenzi ed illumini meglio le strade del sesso a pagamento…a meno che per colpa dei flash e dei fari dei cameramen non si accorga della penombra nelle strade e piazze in cui si pratica la prostituzione di strada!!!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti