Amnesty Internationale, Festa in riva al mare

La serata sarà dedicata alla Campagna 'Pechino 2008 -Olimpiadi e diritti umani in Cina'
di Eliana Privitera - 26 Giugno 2008

Per Venerdì 27 Giugno, il Gruppo 1 di Amnesty organizza la quinta edizione della “Festa in riva al mare”, evento in sostegno di Amnesty International che ha visto in passato la partecipazione di centinaia di ragazzi e ragazze.

L’appuntamento è alla Spiaggia attrezzata ‘Mediterranea’ – via Litoranea Km 8 -Capocotta (tra Ostia e Torvaianica) – Roma. L’ingresso, pari a 15 euro conprese due consumazioni e dolci, finanzierà le attività di Amnesty International in difesa dei diritti umani. La serata sarà dedicata alla Campagna ‘Pechino 2008 -Olimpiadi e diritti umani in Cina’

Nell’aprile 2001, KiuJingmin, vicepresidente del Comitato promotore di Pechino 2008, affermò: "Assegnando aPechino i Giochi, aiuterete lo sviluppo dei diritti umani". A soli due mesi dall’inizio delle Olimpiadi questo impegno appare lontano dall’essere rispettato.In vista delle Olimpiadi, presentiamo al governo cinese quattro richieste fondamentali:adottare provvedimenti che riducano significativamente l’applicazione della pena di morte, come primo passo verso la sua completa abolizione; applicare tutte le forme didetenzione in accordo con le norme e gli standard internazionali sui diritti umani eintrodurre misure che tutelino il diritto a un processo equo e prevengano la tortura;garantire piena libertà d’azione ai difensori dei diritti umani, ponendo fine a minacce,intimidazioni, arresti e condanne nei loro confronti; porre fine alla censura, soprattutto neiconfronti degli utenti di Internet.

All’interno della festa sarà allestita una postazione per aderire alla videopetizione “IL TUO VOLTO PER LIBERARLO”, in sostegno dei difensori dei diritti umani in Cina.Per informazioni:Amnesty International Gruppo 1 – gr001@amnesty.it – tel. 320.2364565www.romacivica.net/amnesty (sito Gruppo 1 di Amnesty)www.amnestylazio.it (sito Circoscrizione Lazio di Amnesty)www.amnesty.it (sito Sezione Italiana di Amnesty)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti