Aziz Lakriti e Yeko Esther Chekwemoi vincono la XXI Appia Run

Oltre cinquemila concorrenti hanno preso il via domenica 28 aprile
Aldo Zaino - 29 Aprile 2019

Domenica 28 aprile 2019 più di cinquemila concorrenti hanno preso il via per correre i tredici chilometri della XXI edizione dell’Appia Run, in una giornata ideale come clima, con poco vento e al contrario delle previsioni con esigue gocce di pioggia poco prima della conclusione della gara.

L’Appia Run è una tradizionale corsa competitiva su strada a carattere regionale sulla distanza di km 13.00 e non competitiva sulla distanza di km. 4 e 13 ed è organizzata dall’ACSI con la collaborazione dell’ACSI Italia Atletica e dell’ACSI Campidoglio Palatino. La manifestazione sportiva ideata da Roberto De Benedictis gode dei patrocini di Roma Capitale, della Regione Lazio, e si svolge sotto l’egida della Fidal.

L’evento ancora una volta ha offerto ai concorrenti l’opportunità di vivere un’esperienza indimenticabile, correre una gara unica al mondo, su quella che un tempo era la “regina viarum” (la regina delle strade), la sola gara con ben 5 pavimentazioni diverse: asfalto, sampietrino, basolato lavico, sterrato e per ultimo la gioia di correre gli ultimi cento metri sulla pavimentazione gommosa della pista delle Terme di Caracalla, uno degli stadi più incantevoli del mondo.

Il percorso della competitiva ormai collaudato si è snodato su uno degli itinerari più amati dai podisti di tutta Italia: Via delle Terme di Caracalla, Via di Porta Ardeatina, Via Appia Antica, Via di Cecilia Metella, Via Appia Pignatelli, Vicolo S. Urbano, Via della Caffarella, Via Appia Antica, Via di Porta Ardeatina, Via C. Colombo, Via Cilicia, Via Marco Polo, Via Odoardo Beccari, Largo Giovanni Chiarini, Via Guerrieri, Viale Giotto, Viale Guido Baccelli Largo Vittime del terrorismo, Stadio delle Terme di Caracalla, il luogo dove solitamente si concentra  maggiormente il pubblico per tifare a favore dei loro amici e parenti.

Il segnale di partenza per la prima batteria come previsto è stato eseguito alle 9:30 mentre per la seconda per motivi organizzativi è stato ritardato di qualche minuto. Questo imprevisto non ha  spazientito i concorrenti rallegrati con musica da ballo grazie all’amplificazione di Gianfranco Novelli che con la sua strumentazione ha curato tutte le fasi dell’evento.

I primi cinque chilometri sono stati un po’ duri per quasi tutti i concorrenti per la strettoia nel primo chilometro che ha sfalsato un po’ i tempi dei concorrenti, ma anche per i sampietrini e la salita di via Cecilia Metella. Poi il primo rifornimento e la lunga discesa prima di entrare nel parco della Caffarella. Percorso non asfaltato e completamente asciutto poi di nuovo l’Appia Antica (secondo rifornimento) un lungo tratto in salita dove era predisposto il secondo rifornimento e i tradizionali sampietrini fino a Porta San Sebastiano, da questo punto il percorso asfaltato è diventato più piacevole anche se un po’ ondulato e con la gioia di tutti di avercela fatta. Poi una lunga discesa fino all’ingresso gioioso della pista delllo stadio Sandro Martellini e l’arco d’arrivo.

Alla partenza della gara e durante tutte le premiazioni hanno onorato l’evento con la loro presenza:  Roberto Tavani della Regione Lazio, Fabio Pagliara Segretario Generale Fidal, Riccardo Viola Presidente CONi Lazio, Francesco Valori, rappresentante Comunità Etiope Romana, Fabio Martelli, Presidente CR Fidal Lazio, Nico Letta, Presidente VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo). Supervisore Roberto de Benedicitis,  speakers Gianni Marchetti e Pino Gianfrida.

Le premiazioni sono state effettuate sul posto a fine gare.

Sul podio assoluti uomini: al primo posto Aziz Lakriti A.S.D. International Securty (00.38:22), seguito dal compagno di squadra  Hicham Boufars 00:38:40, al terzo posto si è piazzato Tarik Marhnaoui ASD Enterprise Sport & Service ( 00:30:10)

Classifica donne: Vince Yeko Esther Chekwemoi A.S.D. ACSI Italia Atletica 00:45:29, al secondo posto si è classificata Veronica Inglese C.S. Esercito (00.44:49), il terzo posto è stato conquistato da Sofia Yaremchuk A.S.D. ACSI Italia Atletica.

Anche tutte le premiazioni di categorie si sono svolte nello Stadio di Caracalla a fine gare, e sono stati premiati gli atleti fino alla categoria SM 85 e SF 75.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti