Bonifica Valle dei Casali

Dopo lo sgombero degli insediamenti abusivi, proseguono gli interventi di riqualificazione
Enzo Luciani - 10 Dicembre 2008

Il 9 dicembre sono iniziati gli sgomberi degli insediamenti abusivi nelle Riserve Naturali della Valle dei Casali e della Tenuta dei Massimi.

“Gli interventi di sgombero odierni prefigurano la grande opportunità di rinascita di due splendide e vaste aree verdi nel cuore dei quartieri Monteverde, Bravetta, Portuense, Magliana e Muratella”, così dichiarano in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio Roma XV, e Marco Giudici, consigliere del PDL del Municipio Roma XVI.

“Ringraziamo il Sindaco Alemanno, il prefetto Pecoraro, le forze dell’ordine e l’esercito per quanto fatto oggi in termini di legalità e ripristino del decoro. Siamo soddisfatti in particolare di fronte alla cittadinanza residente che, da mesi, attendeva interventi concreti e risolutivi. Le Riserve in questione sono state infatti teatro, negli anni scorsi, di troppi abusi e di numerosissimi accampamenti di nomadi e senza fissa dimora proprio all’interno dei suoi casali storici. L’abbandono del verde, spesso deturpato da incendi che il più delle volte hanno rappresentato un pericolo grave per l’integrità dell’area, e la formazione di gravi discariche abusive hanno fatto da contorno a un contesto che meritava un intervento serio e determinato. Per questo vogliamo anche ringraziare i comitati e i singoli cittadini per il lavoro di denuncia, monitoraggio e per le azioni civiche svolte in favore di queste Riserve”, prosegue la nota di Santori e Giudici.

Farmacia Federico consegna medicine

“Riconosciute solo nel 1997 – conclude la nota di Augusto Santori e Marco Giudici – come vere e proprie riserve naturali, la Valle dei Casali e la Tenuta dei Massimi sono ancora in attesa dell’approvazione di un proprio Piano di Riassetto, abbandonato oggi nei cassetti della Regione Lazio. Solo attraverso questo passaggio si potrà iniziare a rilanciare la tutela dei Parchi in città, guardandoli nell’ottica di una loro effettiva futura apertura ad un pubblico di sportivi, appassionati di cultura e di natura, di bambini, anziani e di famiglie. Dei veri Parchi insomma, con all’interno anche l’idea delle town farms, ossia fattorie che vendono al pubblico i prodotti agricoli e dell’allevamento”.

"Anche questa mattina, mercoledì 10 dicembre, mezzi dell’Esercito Italiano si trovano in via Isacco Newton nell’area naturale protetta della Valle dei Casali per proseguire l’operazione di bonifica che ha avuto inizio ieri, intervento che ho avuto modo di costatare di persona recandomi sul posto. Finalmente con la Giunta Alemanno si stanno avviando degli interventi reali che speriamo possano scaturire degli effetti positivi, poiché dopo lo sgombero delle baracche e degli insediamenti nomadi presenti nell’area, ora si sta bonificando il territorio, se a questo aggiungiamo i controlli delle forze dell’ordine che sono stati intensificati, abbiamo dei buoni motivi per credere che le nostre aree protette saranno più tutelate e rispettate. Lo dichiara Federico Rocca consigliere del PdL del Comune di Roma.

“Voglio ringraziare tutte le forze impegnate in queste operazioni che più volte mi ero permesso di sollecitare al Prefetto di Roma accogliendo le istanze presentate dai cittadini e dai comitati di quartiere, oggi siamo soddisfatti di aver potuto dare una risposta concreta alla città che va in netta controtendenza con il passato, poiché mentre con il centro sinistra chi voleva si accampava ovunque e lì rimaneva indisturbato, con il centro destra no, infatti, tanti sono gli sgomberi avvenuti in questi giorni non solo nella Valle dei Casali ma anche nella Tenuta dei Massimi, sulle rive dell’Aniene, sulle sponde del Tevere, alla Magliana e a Muratella e da ex consigliere municipale del XV non posso dimenticare le tante denunce fatte e rimaste inascoltate da ex sindaci, ex assessori ed ex prefetti.

Ora però non bisogna abbassare la guardia – conclude Rocca – perché il nostro messaggio è chiaro a tutti, quindi è necessario continuare su questa strada senza indugi". 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti