Fondazione Smile Vincenzo Farcomeni Onlus, facciamo crescere il sorriso

di Federico Carabetta - 23 Dicembre 2009

Il Presidente della Fondazione dott. Nicola Farcomeni. Foto di Luana Graneri

Per volere di Nicola e Carmen Farcomeni, la Fondazione Smile Vincenzo Farcomeni Onlus avrà sede sulla Tiburtina, in via Edoardo Scarfoglio. La Fondazione è intitolata al loro genitore la cui vita si concluse tragicamente poco più di tre anni fa, in ottobre. L’aver però una personalità rara e l’aver formato negli anni un cospicuo patrimonio umano e professionale ha reso la sua vita emblematica. Ne consegue che non può non aver lasciato dietro di sé un esempio, un segno, una volontà piena di entusiasmo, una forza trainante ed imperiosa, tale da smuovere gli animi e da non potersi ignorare perché ha il respiro delle cose supreme, eterne.
La forza, il dinamismo e l’entusiasmo uniti alla piacevole dialettica di Vincenzo Farcomeni avvincevano da subito chi aveva modo di conoscerlo.

Noi abbiamo avuto il privilegio di incontrarlo pochi mesi prima della sua scomparsa e l’abbiamo fotografato nel suo studio, tra i suoi trofei sportivi e gli attestati professionali, con accanto sua figlia Carmen. Dalle sue parole ci è apparso di una non comune umanità. Amante della famiglia, dei suoi nipotini, teneva a non rinnegare il suo passato, pur con tutte le sofferenze e traversie di chi ha percorso intera la faticosa strada che lo ha condotto dal nulla a creare una florida società, da che era solo un adolescente chiamato anzitempo alla responsabilità di capofamiglia.

Nonostante l’avessimo colto in un momento inopportuno perché era impegnato in una delicata operazione commerciale, ci ha ugualmente accolti con grande cordialità acconsentendo alle nostre richieste. Poi è tornato nel suo laborioso quotidiano, tenacemente impegnato a dirigere con passione la sua azienda, non tralasciando di scrutare attentissimo il futuro del mondo dei ricambi automobilistici, evidentemente aperto e pronto ad ogni innovazione. Nel frattempo, senza tanti clamori, era caritatevole verso chiunque avesse bisogno di aiuto.

L’attività di Farcomeni nel mondo dei ricambi inizia negli anni ’60 quando il Nostro inizia come Agente; appena si rende conto dell’importanza della logistica nella catena distributiva, non esita a mettersi in gioco direttamente e nel 1977 avvia un magazzino. Le sue scelte si rivelarono chiare: ubicazione centrale (per rispondere con rapidità alle richieste degli operatori cittadini) e clientela di soli ricambisti. Formule queste che decretarono il successo della sua azienda e valsero nel 2001, la nomina di Bosch Distributore.

Ora i suoi figli seguono la sua volontà, che noi abbiamo intuito, e che si è rivelata talmente coinvolgente da sopravvivere e da convincere ad una grande un’idea. Che prende forma, anche per il provvido intervento di valenti professionisti amici, portando in brevissimo tempo alla nascita della Fondazione che viene ufficialmente presentata sabato 12 dicembre presso l’Auditorium Salesianum in via Della Pisana 1111.
Con una splendida e partecipata cerimonia, Nicola e Carmen esplicitano il loro proponimento di riannodare rapidamente i fili così violentemente strappati delle opere umanitarie già intraprese dal padre, e mirare a tutte le vie possibili per raggiungere lo scopo finale che questi si prefiggeva: la promozione umana e sociale dei bambini e della gioventù priva di risorse, degli orfani e degli abbandonati, offrendo loro tutto il sostegno materiale e morale per la loro crescita nel fisico e nell’intelletto, per la loro perfetta integrazione nel tessuto sociale.
Non è tutto perché i Nostri, per dare maggiore spessore alla loro azione, si propongono pure di instaurare sinergie con organismi pubblici e privati per favorire e sostenere ospedali pediatrici, ed enti che abbiano le stesse finalità della Fondazione. Questo per proseguire ed ampliare l’opera umanitaria intrapresa da tempo dal padre e loro ispiratore, Vincenzo Farcomeni.

La sera della presentazione, l’Auditorium Salesianum era gremito per celebrare un evento così straordinario.
Ad accogliere gli invitati, numerosissimi, la signora Maria Teresa Farcomeni, i figli Nicola e Carmen, i nipotini Carlo Alberto, Nicoletta, Benedetta, la piccola Maria Teresa ed un nugolo di bambini sventolanti una bianca bandierina con il logo della ONLUS Fondazione Smile.

Gli invitati, dopo il saluto del dott. Nicola Farcomeni Presidente della Fondazione, hanno ascoltato l’introduzione del dott. Luca Ponzi giornalista Rai TV, l’intervento del Presidente Onorario della Fondazione Notaio Avv. Massimo Saraceno a cui sono seguiti la Dott.ssa Armida Del Gado magistrato e giudice del Tribunale per i minori di Roma, il Dott. Paolo Montesano consulente e membro del Comitato Esecutivo della Fondazione con la sua relazione tecnica, il dott. Gianni Fulvi Giudice Onorario del Tribunale per i minori di Roma e Presidente Coordinamento Nazionale delle Comunità per minori presidente dell’Associazione “Piccoli Passi”, Don Leonardo Mancini Direttore dell’Istituto Salesiano di Villa Sora a Frascati e anima del Comitato Zeffirino Namuncurà ed infine il Dott. Alessandro Vannini Consigliere del Comune di Roma e presidente della Commissione Turismo e moda del Comune di Roma.

Adotta Abitare A

Info: www.fondazionefarcomeni.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti