Garbatella protagonista della “Festa Per la Cultura”

Il 7 giugno, nelle vie della Garbatella, artisti di strada, associazioni e singole persone, daranno vita ad una festa popolare
di Mauro Carbonaro - 26 Maggio 2008

Il prossimo 7 giugno, come tradizione dal 1997, nel quartiere della Garbatella si terrà la “Festa Per la Cultura”. Nata in origine nel 1994 come “Festa Per la musica”, nel 1997 cambiò connotazione e denominazione, per assumere il nome tuttora in uso.

La festa, organizzata ed auto-finanziata dall’associazione “Controchiave”, vede l’adesione gratuita di migliaia di artisti.
Nel cuore pulsante del quartiere, gli artisti daranno vita ad una serie di spettacoli ed incontri, con la convinzione che se le associazioni vogliono trasformare e migliorare la qualità delle relazioni sociali sul territorio è essenziale potenziare le capacità comunicative e quindi i diversi linguaggi artistici.

Alla manifestazione parteciperanno comitati di quartiere, scuole di musica, di danza, associazioni, centri sociali, organizzazioni onlus, singoli artisti e singole persone, in quella che da più di 10 anni è diventata tradizione di quartiere.

La festa nel corso degli anni è diventata una giornata simbolo in cui diverse espressioni artistiche occupano le strade del quartiere, manifestando, con creatività, la loro volontà di esporsi affinché domanda di cultura diventi una richiesta alle istituzioni di domanda di progettualità.

La “Festa Per la Cultura” si concentra quindi in una delle zone più suggestive e significative per la vita sociale del quartiere, con 3 piazze collegate attraverso vie e passaggi tra i lotti: piazza Masdea, piazza Longobardi e piazza Ricoldo da Montecroce, collegate da via Magnaghi e via Montecorvino. Più che simbolico l’utilizzo delle “Piazze”, viste come l’unico spazio pubblico per permettere ad artisti ed associazioni di comunicare il loro lavoro, la loro passione artistica e sociale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti