Farmacia Federico consegna medicine

Il degrado urbano miglior volano per l’antipolitica

Una nostra lettrice analizza la situazione a Tor Tre Teste
Rubrica e-mail dei lettori - 3 Ottobre 2012

Non passa giorno che in televisione o sui giornali non si parli dell’inquietante problema dell’antipolitica e della necessità quindi di mettere in campo le misure più efficaci che possano contrastarla.

A mio modesto parere di cittadina abitante nel 7° Municipio di Roma ritengo che oltre all’opera di pulizia sicuramente necessaria nelle varie Amministrazioni dello Stato e degli Enti Locali bisognerebbe impegnarsi anche a curare maggiormente tutti gli aspetti del vivere civile di noi cittadini: in 27 anni che abito in via Tovaglieri non sono mai state riasfaltate le strade ma sono stati fatti soltanto piccoli rattoppi qua e là, i marciapiedi sono perennemente invasi dalle erbacce e quant’altro; gli spazi "verdi" spartitraffico depositi di cartacce, buste di plastica e lattine vuote, le strisce pedonali fatte in economia subito sbiadite ed inefficaci; i parchi con l’erba tagliata in modo disordinato e arruffato e con panchine spesso divelte e rotte e luci non funzionanti; cassonetti per lo più rotti, sudici, non delineati da strisce e regolarmente svuotati di notte da bande di "senza fissa dimora" che si avvicendano nel capare il meno peggio lasciando in terra ogni mattina uno spettacolo indecente.

Da qualche giorno abbiamo anche l’onore di ospitare sotto il ponte all’incrocio tra via Viscogliosi e via Tovaglieri un "barbone" con le sue coperte e scorte di viveri con annesso carrello Conad. Evviva la politica ed i suoi degni rappresentanti!

L. Capocchi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti