Influenza A: vietato baciarsi al liceo Newton

Un provvedimento di un liceo scientifico di Roma per evitare il contagio da influenza A
Enzo Luciani - 7 Settembre 2009

Le effusioni tra studenti, gli amori sbocciati tra i banchi scuola, adesso dovranno fare i conti con l’influenza A. Se l’Italia ha deciso che al momento non sarà necessario chiudere le scuole come misura precauzionale, il liceo Newton ha pensato ad un provvedimento per limitare i rischi contagio: da ottobre – come stabilito da una circolare che sarà diffusa nel liceo – non sarà possibile baciarsi e scambiarsi gesti affettuosi.
"Chiederemo di evitare le effusioni tra i ragazzi, come baci e abbracci, per scongiurare il più possibile il rischio del contagio: è solo una forma di profilassi intelligente", ha spiegato il preside del liceo Newton Mario Rusconi che è anche vice Presidente dell’associazione nazionale presidi. "Non si tratta di un provvedimento oscurantista e non ci saranno sanzioni disciplinari per ‘i disobbedienti’ -spiega- Faremo soltanto capire ai ragazzi che baci ed effusioni vanno evitati a scuola, magari da ottobre e per tutto il periodo critico del virus, per una questione di prevenzione. Le prime lezioni saranno tenute da insegnanti di scienze che spiegheranno le modalità di contagio e le precauzioni da prendere tra le quali anche quello di curare maggiormente l’igiene".
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti