Farmacia Federico consegna medicine

Più posti negli asili nido del VI municipio

Grazie all'apertura del nido di via Policastro. Palmieri: "non siamo ancora soddisfatti, vogliamo azzerare le liste d'attesa"
di Federica Nalli - 21 Maggio 2009

Saranno molti di più i bambini del VI Municipio ad essere ospitati negli asili nido comunali.
Per l’anno 2009, su 690 domande, sono stati ammessi 381 bambini (il 55%), 103 in più rispetto allo scorso anno (+12%), mentre in lista d’attesa ce ne sono 309 (il 45%), 46 in meno rispetto allo scorso anno (-12%). Questo a fronte di un aumento delle domande pari a 55 unità (+8,66%).

“Si tratta di numeri che ancora non ci soddisfano, perché il nostro impegno è quello di azzerare la lista d’attesa entro i cinque anni del nostro mandato – ha detto Giammarco Palmieri, presidente del VI Municipio – ma che segnalano, comunque, una tendenza molto positiva all’aumento del numero di posti nei nostri nidi”.  
 “Gran parte dell’incremento – ha aggiunto Fabrizio Ferretti, presidente della Commissione Scuola e Asili Nido del VI Municipio – si verificherà grazie all’apertura del nuovo nido di via Policastro, che ospiterà 90 bambini”.

Nel corso dell’anno è prevista l’apertura anche dell’asilo nido di piazza dei Condottieri. Nonostante l’impegno profuso dal VI Municipio affinché l’asilo potesse essere riaperto all’inizio dell’anno scolastico, l’aggiunta di un ulteriore finanziamento, che consentirà di apportare notevoli benefici ai bambini e alle loro famiglie, ha fatto slittare di qualche mese la riapertura. I lavori aggiuntivi apporteranno molti benefici: l’aumento di 16 posti; il risanamento dell’intero piano, come peraltro richiesto anche dalla Asl, l’arricchimento della struttura con nuovi spazi finora inutilizzati.
Sul lato vicino a via A. Da Barbiano verrà rimosso parzialmente il terrapieno, così l’intero piano seminterrato sarà portato completamente fuori terra. Saranno creati spazi “dentro-fuori”: un ascensore,  nuovi locali direttamente collegati al giardino con un nuovo tipo di infissi; spazi sperimentali con nuovi laboratori dove genitori e bambini potranno avere un momento comune nelle fasi di entrata e uscita .
Al termine dei lavori, saranno quindi disponibili ulteriori 80 posti che serviranno per l’abbattimento della lista d’attesa.

Quest’anno non è prevista l’apertura del nido di via Isidoro di Carace, nel 2010 sarà la volta del nido di viale della Primavera.

Secondo il piano di recupero, approvato nella scorsa consigliatura, verrà realizzato un nido da 45 posti in via Vibio Sequestre e proposto che gli spazi di via del Pigneto-largo Caballini, dove il Municipio avrà a disposizione un immobile ed i fondi per ristrutturarlo, siano destinati ad asilo nido.

Nel 2008 è stato sottoscritto un convenzionamento con un asilo nido privato nel territorio, che ha garantito 11 posti, un altro ne sottoscriverà quest’anno.

“Quest’anno abbiamo compiuto un passo importante – ha aggiunto il presidente Palmieri – ma rimangono troppe famiglie nel dramma di non trovare un posto per i propri figli. E’ chiaro che una lista d’attesa di 357 bambini, quale era quella dell’anno scorso, non può essere abbattuta in pochi mesi, ma richiede un’attenta programmazione. Cosa che questa amministrazione ha fatto e sta facendo con risultati, come detto, molto incoraggianti. Sento tuttavia il dovere di chiedere scusa, a nome dell’amministrazione, a tutte quelle famiglie che non sono riuscite ad iscrivere i propri bambini nei nidi del VI, assicurandole sull’impegno del Municipio affinché prosegua la riduzione della lista d’attesa fino al suo completo azzeramento”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti