Salviamo i tigli della Ferratella

La lota di alcuni residenti del quartiere Ferratella e dell’associazione Colle della Strega
di Francesca Costantino - 27 Agosto 2008

Salviamo i tigli dell’Eur. Questo il motto di alcuni residenti del quartiere Ferratella e dell’associazione Colle della Strega che, alcuni giorni fa, hanno provveduto di loro spontanea volontà a irrigare gli alberi ripiantumati nel parco di via Achille Campanile.

Si tratta degli stessi tigli che una volta vivevano verdi e rigogliosi lungo viale Europa e viale Asia, espiantati lo scorso inverno per far posto al cantiere della Nuvola di Fuksas. Il locale comitato di quartiere ha da tempo denunciato le precarie condizioni degli oltre 60 alberi ad alto fusto, le cui foglie sono oggi in parte secche e cadenti.

La società appaltatrice del progetto di ripiantumazione dovrebbe infatti occuparsi del loro sostentamento per almeno 2 anni, il tempo necessario perché le radici si installino in profondità nel terreno. Secondo i residenti di Ferratella l’innaffiamento e la cura delle preziose essenze arboree è invece molto carente.

Fresco Market
Fresco Market

Di qui la spedizione della settimana scorsa che ha visto diverse persone irrigare gli alberi del parco di via Campanile, con mezzi rudimentali e forse poco efficaci. Eppure si è trattato di una mossa calcolata, soprattutto dall’associazione Colle della Strega che, da oltre 10 anni si batte per la salvaguardia del Fosso della Cecchignola.

L’area verde che costeggia anche la città militare è legata in una sorta di corridoio ecologico al Parco dell’Appia Antica proprio grazie al giardino di via Campanile. "Si tratta di un’area ambientale di pregio – dichiara Massimiliano Di Gioia, presidente dell’associazione – valorizzata ancora di più dalla presenza dei tigli dell’Eur, e inserita nella proposta di ampliamento del parco dell’Appia Antica approvata nel 2005 all’unanimità dalla giunta regionale".

La protesta dei cittadini è andata a segno, tanto che sono giunte immediate le reazioni dell’assessore all’ambiente del Municipio XII, Maurizio Cuoci. "Gli alberi sono stati irrigati il 7 agosto – commenta l’assessore – è strano come a preoccuparsi dei tigli oggi sia chi in passato non ha previsto alcun impianto di irrigazione". L’assessore ha quindi definito “inutili e demagogiche” le irrigazioni organizzate con “bottiglie d’acqua”.

Cuoci ha inoltre promesso a breve una nuova irrigazione dei tigli di Ferratella. "Il verde del Municipio XII ci è sempre stato a cuore – conclude l’assessore – tanto che ci stiamo occupando di ricollocare numerose querce della via Laurentina nelle rotatorie previste all’altezza di via di Trigoria e via di Vallerano".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti