Stazione Camelie – Bistrot, una piacevole oasi in periferia

Da mercoledì 19 dicembre 2018 sull'omonima piazza a Centocelle
Angelo Cinat - 25 Dicembre 2018

La necessità di avviare una sostanziale riflessione sulla gestione degli spazi urbani è una delle tematiche maggiormente ricorrenti nel dibattito pubblico (e tecnico) degli ultimi anni. Al centro di questo interesse ci sono molteplici fattori: il processo di urbanizzazione globale, la necessità di rimodernare le infrastrutture (materiali e immateriali) del contesto urbano, le sempre maggiori esigenze in termini di mobilità e l’impellenza di rendere sempre più “abitabili” le città, soprattutto nelle cosiddette periferie. Su questo punto possiamo dire che Stazione Camelie – Bistrot Cocktail bar sia un’operazione riuscita.

Fino a poco tempo fa era una delle piazze dimenticate di Centocelle e ci si passava di fretta, in macchina o in moto, giusto per andare a prendere via Casilina da via dei Castani. Ma, oggi, qualcosa è cambiato. Là dove un tempo si trovava una stazione di servizio Tamoil, infatti, là dove un tempo passava il treno che portava a Pantano, è sorto un palazzetto bianco, elegante e moderno, su due piani, con tanto di giardino e terrazza.

Stazione Camelie è nato da zero. È un sogno che Luca Catarinozzi e Katia Scappa, soci proprietari del ristorante, avevano da tempo e che ha preso forma in circa due anni.“

Entrando si trova un delizioso giardino, con un albero di camelie sulla destra e che porta dritto all’entrata. Di fronte c’è la cucina semi a vista e qualche tavolo, sulla destra il bancone dove vengono creati i cocktail, fiore all’occhiello di Stazione Camelie.Ognuno di essi porta il nome di piazze e vie di Centocelle (piazza dei Mirti, piazza delle Camelie e così via). Sulla sinistra la sala più grande (capienza 70 persone circa) con una tensostruttura trasparente, riscaldata che permette di cenare in giardino anche in inverno. Con una piccola scala si accede al piano superiore, dove è stato creato un ambiente più intimo, un salotto accogliente che trova il suo compimento nella terrazza ampia, arredata con tavoli, poltroncine, ombrelloni e funghi nel periodo invernale.

Stazione Camelie – Bistrot Cocktail bar‘. Chi passa da lì non può che notarlo e capire cosa ha di fronte. Sulla piazza di passaggio di Centocelle, dunque, da mercoledì 19 dicembre 2019 – data dell’inaugurazione – sarà possibile fermarsi per un aperitivo, per una cena, infatti, Stazione Camelie è stato progettato e costruito dal primo all’ultimo mattone, con una cura attenta ad ogni minimo dettaglio.
Grigio, verde e bianco sono i colori predominanti. Le fantasie optical sulle sedie, le geometrie e le foglie sui piatti danno un tocco esotico al tutto e rendono Stazione Camelie una piacevole oasi in periferia.

 

Angelo Cinat

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti