Tempi maturi per un piano regolatore del Commercio

Marco Palma, capogruppo Pdl del Municipio Roma XV denuncia la situazione di crisi dei mercati rionali
di Francesca Romana Antonini - 3 Novembre 2008

Si torna a parlare ancora una volta della situazione dei mercati rionali e della loro gestione comunale. Nel Municipio  la situazione è degenerata come denuncia il capogruppo Pdl del Municipio Roma XV Marco Palma – "Mercati rionali, strade, marciapiedi in ogni quartiere del  Municipio con i medesimi problemi: abbandono, disinteresse e degrado conseguente. Ritengo che i tempi sono maturi per un piano regolatore del commercio in particolare riferimento ai mercati rionali ed alla gestione del commercio degli ambulanti. Nei prossimi giorni documenteremo lo sfacelo e le condizioni nelle quali questo territorio versa da troppi anni. E’ penoso – conclude Palma – quanto si verifica in questo territorio”

La panoramica parte da Marconi in cui persiste lo stato di fermo totale per quanto riguarda il mercato rionale a piazza Macaluso, dove ci sarebbe un progetto risalente al mese di aprile.

Nel giugno 2007 già Augusto Santori (AN) denunciò lo stato di abbandono a seguito di un furto da parte di ignoti malviventi che, indisturbati, aprirono sei banchi all’interno del mercato – “Un ennesimo atto di criminalità a danno dei Lavoratori”- aveva così commentato.

Al momento il mercato è però ancora nelle medesime condizioni di 25 anni fa, sempre meno a norma e sempre più degradato.

Risalendo per via Portuense c’è lo scempio di viale Vigna Pia con la grande azione di resistenza messa in campo da qualche operatore, da un alto per evitare il trasferimento nella sede impropria di fronte al Forlanini e dall’altro l’annosa vicenda legata al centro bocciofilo.

E’ stata già presentata una mozione in consiglio per chiedere un’accelerazione sul trasferimento che comporterebbe un valore aggiunto al quadrante economico di portuense.

Si arriva così al mercato rionale a largo Santa Silvia nel quartiere Portuense Villa Bonelli, oggetto, dopo tre anni, di un trasferimento tanto sofferto quanto altrettanto fallimentare. Di fatto dopo tre anni a via Frattini, il mercato è tornato a largo Santa Silvia dove i titolari dei banchi hanno dovuto fare i conti con le cambiate abitudini da parte dei consumatori ormai abituati all’assenza dello storico mercato. Verso l’esterno si incontra invece Corviale, dove la grande distribuzione ha letteralmente affossato il mercato che sarebbe dovuto sorgere nella struttura edificata dall’ATER, oggi abbandonata al degrado più totale, con soldi pubblici bruciati e con una impossibilità tutta legata, secondo fonti autorevoli del centro sinistra locale, ad un problema di cabina elettrica ormai di qualche anno.

"Per le nuove centralità esterne come Ponte Galeria e Piana del Sole – incalza Palma – la gestione del centro sinistra in questi anni ha provocato un vero e proprio distacco, alimentando negativamente la distanza rispetto al centro del municipio. Una zona che grazie all’Assessore ai Lavori Pubblici on.le Fabrizio Ghera  (che ha sbloccato i fondi delle opere) vedrà finalmente la luce.

Per il mercato rionale siamo ancora lontani da una piena soluzione ma, lavorando soprattutto in prospettiva, il territorio, nonostante i centri commerciali sorti a ridosso nel Comune di Fiumicino, certamente ne sente l’esigenza".

"Nei prossimi giorni – conclude Palma – chiederò notizie di tutti quei supermercati sorti in determinati quadranti dove erano previsti solo box per cercare di comprendere cosa è accaduto in questo territorio e perché".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti