Un laboratorio odontotecnico d’avanguardia a Tor Tre Teste

Il CTC 2007 srl di Alessio e Nunzio Di Cosmo in via Aldo Balma 20
di Maria Giovanna Tarullo e Vincenzo Luciani - 19 Ottobre 2012

Un laboratorio odontotecnico d’avanguardia a Tor Tre Teste. Stiamo parlando del CTC 2007 srl di Alessio (figlio) e Nunzio (padre) Di Cosmo in via Aldo Balma 20.

Nunzio Di Cosmo, com’è iniziata la vostra attività?

La mia avventura nel campo dell’odontotecnica inizia all’età di 11 anni quando, attraverso mio cognato, mi avvicinai a questo lavoro e ben presto scoprii la mia grande passione per questa professione.

Laboratorio Analisi Lepetit

E dopo?

Attraverso tanti sacrifici sono riuscito, appena ventenne, ad aprire il mio primo laboratorio. Stiamo parlando del 1962-63; in quel periodo lavoravamo in uno spazio molto più piccolo rispetto alla sede in cui ci troviamo adesso. Il mio trasferimento nel quartiere Tor Tre Teste risale al 1978. Quando sono arrivato qui il mio modo di lavorare è cambiato totalmente, abbiamo acquisito degli spazi di lavoro più ampi e, con l’aiuto di collaboratori validi, sono riuscito a raggiungere diversi traguardi sia dal punto di vista lavorativo che morale.

Poi è subentrato tuo figlio Alessio. Come coabitano nell’azienda le due diverse generazioni e i due diversi punti di vista?

Direi bene, anche se con la necessaria dialettica, ma sempre nel rispetto reciproco e in un grande clima di collaborazione. Con l’arrivo all’interno del laboratorio di mio figlio Alessio da Odontotecnica Lepetit siamo diventati CTC 2007. Questa nuova denominazione rappresenta un passaggio dal modo di lavorare di un tempo a quello odierno, in cui ci avvaliamo di tecniche all’avanguardia, avendo creato anche un punto di fresaggio che ci permette, attraverso l’arrivo di files, di collaborare con medici di tutta Italia. Questa nostra specializzazione ci ha concesso la fortuna di poterci confrontare con medici di fama nazionale e studiare casi particolari. In questo, devo ammetterlo, è stato decisivo mio figlio, abilissimo ad applicare le conoscenze informatiche al lavoro di odontotecnico. Sono davvero contento che questa ditta si stia proiettando sempre di più verso il futuro.

Quali sono state le ragioni del successo della ditta?

Nel nostro campo ci sono tanti bravi odontotecnici, ma penso che quello che fa la differenza è la cura del dettaglio, la precisione, l’affidabilità e la cura dell’estetica. E poi è decisivo e imprescindibile un buon rapporto tra medico ed odontotecnico; solo questo consente di ottenere un risultato migliore. Ma sono convinto che il nostro vero punto di forza è rappresentato dall’essere artigiani, una figura quasi in via d’estinzione ma che, se aiutata dal sapiente uso delle macchine non disgiunto da un pizzico d’imprenditorialità può vivere e prosperare.

Come si comportano i clienti?

Il comportamento di medici e colleghi esterni varia con l’andamento del mercato. In questo momento ci troviamo in serie difficoltà che non consentono uno svolgimento tranquillo del lavoro. Stimiamo un calo del lavoro del circa 30-40%, questo perché moltissime ditte con cui collaboriamo hanno chiuso non potendosi autosostenere.

Tu sei un profondo conoscitore di Tor Tre Teste, qual è la situazione attuale del quartiere?

La mia conoscenza di questo quartiere è legata anche all’esperienza maturata come consigliere del VII municipio. Io l’ho visto crescere in maniera esponenziale con il passar del tempo, anche se molto lentamente rispetto agli altri quartieri. Nonostante possiamo vantare un bel paesaggio e un bel contesto ambientale con il parco, il nostro rimane sempre un quartiere dormitorio, distaccato dalla realtà. Spero che con l’arrivo della Prenestina bis e del Parco della Mistica qualcosa possa cambiare in meglio, iniziando anche a dare più opportunità di svago ai giovani costretti a spostarsi altrove. Il mio sogno è quello di vedere un giorno a Tor Tre Teste un centro urbano dove ci si può incontrare e magari fare shopping. Sembra strano ma ci sono persone che abitano in zona da anni e non conoscono neppure i negozianti del posto.  


Commenti

  Commenti: 2

  1. Antonino Argiro’


    Ciao nunzio e Alessio, chiamatemi ho perso il n° di telefono.Il mio è *********
    Complimenti a te e Alessio per quello che state facendo.

Commenti