Al San Giovanni–Addolorata una nuova Morgue in via S. Stefano Rotondo

Presentata il 26 maggio 2009. Dopo l'apertura del 19 maggio del nuovo reparto di Oftalmologia ed il 12 di quello di Medicina Interna
di Patrizia Miracco - 27 Maggio 2009

Il 26 maggio alle ore 12,00, nel Complesso ospedaliero San Giovanni – Addolorata è stata presentata alla stampa e al pubblico la “Nouvelle Morgue”.

“Una sala ardente e una sala dolente – dichiara Luigi D’Elia, Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera – in cui le religioni monoteiste non cattoliche potranno officiare le funzioni funebri per coloro che lasciano la vita terrena per l’aldilà, è la caratterizzazione della Nuova Morgue del Complesso Ospedaliero San Giovanni – Addolorata. Un segno della civiltà dei tempi in cui la conciliazione dei popoli deve fondarsi sul rispetto delle idee degli uomini”.

Il nuovo servizio mortuario è situato in una storica palazzina del 900 in via di Santo Stefano Rotondo 5 ter, chiamata “Il Villino”, situata nell’area del Presidio ospedaliero Addolorata. Negli 800 metri quadri della palazzina sono state state realizzate le Sale Settorie, con annessi locali tecnici e sanitari, le Sale Ardenti, le Sale Dolenti ed una Sala multirito per le confessioni religiose diverse dalla cattolica. Cromaticamente sono stati utilizzati colori volti a favorire la meditazione.

La storica palazzina, sottoposta alla sorveglianza della Sovrintendenza Archeologica di Roma per la presenza di reperti dell’epoca romana nel sottosuolo e dalla Soprintendenza dei Beni Culturali per il suo valore architettonico, ha un autonomo accesso, con zone a verde, un’area parcheggio dedicata, in modo da non intralciare il traffico della zona, così come, invece, è finora avvenuto nei vecchi ambienti, all’incrocio tra Via di San Giovanni in Laterano e Via di Santo Stefano Rotondo.

"Dopo l’inaugurazione del 12 maggio della “Nuova Medicina Interna” (mq 1200 circa) ed il 19 maggio del “Nuovo Reparto di Oftalmologia” (oltre 700 mq), con questa ultima ristrutturazione – dichiarano dall’ Azienda ospedaliara San Giovanni – Addolorata – si conclude una fase che ha visto la nostra azienda attualizzare i concetti della centralità del paziente".

Presenti all’inaugurazione autorità civili e religiose cattoliche, del Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, dr Renzo Gattegna e del Presidente della Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere), dr Giovanni Monchiero.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti