Dar Ciriola asporto

Centocelle e Fabozzi un binomio inscindibile

In via dei Faggi 111, un’agenzia tra le più longeve ed apprezzate della Capitale
di Maria Giovanna Tarullo e Vincenzo Luciani - 10 Ottobre 2012

Chi non ricorda a memoria, soprattutto nel VII municipio il numero telefonico 06-23232323? Quello, naturalmente, di Fabozzi, Onoranze funebri, unica sede a Centocelle, in via dei Faggi 111 (angolo via dei Castani). E chi non ricorda le fragorose e fortunate campagne pubblicitarie della stessa ditta, risalenti ormai a diversi anni fa. Ne ricordiamo una, per rinfrescare la memoria: “SCHIANTI CLASSICO. Ridere allunga la vita, lo diciamo contro il nostro interesse”. Era 1992 una campagna pubblicitaria contro le morti violente riscosse un grande interesse nella stampa nazionale per l’originalità del messaggio. Nel 1994 una nuova campagna pubblicitaria contro incidenti da alcool e fumo, curata dall’ Agenzia Reggio del Bravo, fu premiata con l’Oro dall’ associazione ADCI e dall’ Art Director’s Club Europa; anche in quell’occasione tutti i principali media nazionali diedero grande risalto alla pubblicità della ditta romana.

La Eugenio Fabozzi s.r.l. opera con professionalità ed esperienza nel settore delle onoranze funebri da tantissimi anni e svolge la propria attività su tutto il territorio nazionale e internazionale con un pacchetto completo di servizi di altissima qualità. Oggi ne parliamo con Valter Fabozzi.

Valter Fabozzi, può sintetizzarci la storia della Eugenio Fabozzi s.r.l.?

Ci proviamo, anche se non è del tutto agevole raccogliere in poche battute una storia di 72 anni. Infatti correva l’anno 1940 quando Eugenio Fabozzi fondò la società.

In questa stessa sede di via dei Faggi?

No. L’attività prese avvio senza una sede. Mio padre Eugenio si servì per le prime prenotazioni e per i primi servizi del telefono di un’avviata salsamenteria-alimentari presso il monumento del Cannone a Torpignattara. Solo nel 1947-48 prese avvio l’agenzia di via dei Faggi, ma non qui, ma proprio di fronte alla sede attuale, dall’altra parte della strada. Mentre sono passati ormai trent’anni da quando siamo in questa sede. Sul nostro sito è possibile vedere una foto con mio padre davanti all’agenzia di Centocelle, oltre alla foto di uno storico carro funebre a cavalli (allora si usavano e come!) e a quella di una fattura per un nostro servizio del 1958.

Attualmente l’attività viene svolta da voi figli?

Sì, insieme con mio fratello Tonino e mio genero Luigi Leo e i nipoti Romeo e Mirko.

Adotta Abitare A

Siamo quindi alla terza generazione…

È proprio così. Il nostro è un lavoro di squadra in cui ognuno di noi svolge un preciso ruolo in un’attività che è al tempo stesso complessa e delicata.

Qual è il segreto del vostro indubbio successo?

La passione e la professionalità con cui svolgiamo il nostro lavoro che ci ha portato negli anni a ricevere numerosi riconoscimenti: nel 1972, ad esempio, ci siamo occupati della sepoltura di Padre Mariano da Torino, il popolarissimo frate cappuccino della TV che presto sarà beato e nel 2003 abbiamo avuto l’onore di curare le esequie del grande Alberto Sordi

Può descriverci più nel dettaglio come si svolge il vostro lavoro e come si esplica la vostra riconosciuta professionalità?

I ridotti tempi a disposizione e i molteplici uffici pubblici da contattare rendono pesante il già triste stato d’animo di chi è costretto a fissare ed organizzare le esequie di un proprio caro. Per tutelare i familiari nei momenti più delicati della loro vita, quando la scomparsa di una persona cara li rende emotivamente indifesi, la nostra agenzia, unendo agli adempimenti di legge ed all’esperienza operativa, la chiarezza, la trasparenza e la moderazione acquisita in 72 anni di attività nel settore specifico, si impegna a garantire assistenza e prestazioni a livello professionale. In una parola ci mettiamo tanta cura e passione.

Oggi si assiste ad una certa proliferazione di agenzie funebri. Questa concorrenza vi danneggia?

Non più di tanto, anche perché noi abbiamo cercato di elevare ulteriormente il livello dei nostri servizi, offrendo un prodotto come si suol dire “chiavi in mano”, il più completo e accurato possibile. La nostra ditta cura in media ogni mese circa 10 servizi e lo fa in virtù di un positivo (per il cliente) rapporto qualità-prezzo.

Com’è cambiata in tutti questi anni Centocelle?

Direi in maniera profonda. Il quartiere era ancora quasi tutto da edificare, quando la nostra ditta si è inserita in esso. Oggi Centocelle è un quartiere, possiamo dire semicentrale, con buoni servizi di trasporto pubblici e servizi (posti, banche, strutture per lo sport, negozi, ecc.).

Qualche richiesta nei confronti delle autorità?

Servirebbe una buona manutenzione delle strade e delle piazze, una maggiore vigilanza sul commercio abusivo, una maggiore pulizia. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti