Dar Ciriola asporto

Concerti natalizi: il coro Accordi e Note va a scuola

Il Natale con i bambini delle elementari del VII municipio
di Paula Gallardo - 8 Dicembre 2009

Il Coro Accordi e Note del Centro Culturale R. Lepetit si è impegnato in un nuovo progetto (Progetto, arrangiamenti e direzione M° Paula Gallardo – Lavoro didattico dei coristi del Coro Accordi e Note – Organizzazione Sigr.a Palmira Pasqualini).

E’ entrato nelle scuole elementari del VII municipio per insegnare ai bambini delle classi, dalla 1° alla 5°, un repertorio di canti che sarà eseguito, insieme al Coro, in due Concerti Natalizi: lunedì 14 dicembre 2009 ore 16.30 Chiesa S. T. D’Aquino via Davide Campari – Tor Tre Teste e martedì 15 dicembre ore 16.45 Chiesa S. B. di Chiaravalle, via degli Olivi 180- Centocelle

Sono stati i coristi, in gruppi di due o tre persone, a tenere per cinque settimane le lezioni di canto nelle aule delle scuole che hanno aderito all’iniziativa. L’esperienza è stata emozionante per tutti e l’entusiasmo ha guidato sia chi si trovava per la prima volta a svolgere il lavoro di “Maestro di coro”, sia i giovani coristi.

Il progetto ha avuto un notevole riscontro da parte dei docenti e dei dirigenti scolastici di tutto il territorio e purtroppo molte scuole sono rimaste escluse per l’impossibilità di gestire le numerosissime richieste. Ai concerti programmati parteciperanno alcune classi delle scuole M. T. di Calcutta e S. Aleramo del 34° Circolo Didattico, delle scuole G. Gesmundo e M. Pizzicaroli dell’80° Circolo Didattico, delle scuole P. R. Pirotta e A. Doria del 132° Circolo Didattico e della scuola Marco Polo dell’81° Circolo Didattico.

Accompagneranno i canti giovani pianisti (dai 6 ai 12 anni) e l’orchestra giovanile di violinisti “Green Orchestra” del M° Antonella Cirillo. Gli arrangiamenti e la direzione sono a cura del Maestro direttore del Coro Accordi e Note, Paula Gallardo.

Il Coro ringrazia le Autorità del VII municipio di Roma e in particolare la Presidente della Commissione Cultura, Cecilia Fannunza, che hanno offerto l’occasione di festeggiare il Natale con i bambini e la prospettiva di poter ripetere l’esperienza in futuro con le scuole che, solo per ragioni logistiche, non sono state ammesse.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti