Come realizzare un curriculum ottimale per la tua carriera

Un elenco di consigli preziosi per creare un curriculum vitae eccezionale
D. S. - 19 Luglio 2022

Come creare un CV eccezionale

La ricerca di un nuovo lavoro comincia quasi sempre con il più importante degli step da seguire: la creazione di un CV. Con CV ovviamente si intende il curriculum vitae, un documento che riassume la carriera del lavoratore in modo dettagliato, includendo tutto ciò che è stato svolto in termini di lavoro, ma anche in termini di studio e formazione. Non è possibile prescindere dalla creazione di un CV per la ricerca di una nuova occupazione.

In tutto questo, la creazione del curriculum non può essere svolta in maniera casuale: richiede di prestare particolare attenzione a diversi aspetti. In questo articolo vedremo un elenco di consigli preziosi per creare un curriculum vitae eccezionale.

Crea un elenco delle tue esperienze lavorative e formative più significative

Il fulcro del CV è sempre l’elenco di esperienze lavorative e formative. In questi due elenchi dovrai inserire i lavori che hai svolto in passato, così come i corsi di laurea frequentati, i diplomi e così via. Tuttavia, non dovrai inserire ogni singola esperienza pregressa: dovrai inserire solo quelle più significative.

Ma come riconoscerle? Ad esempio, se sei in possesso di una laurea (triennale e magistrale) non ha più senso inserire il diploma: l’ultima qualifica è di grado più alto ed è più pertinente. Se hai svolto un lavoro come pizzaiolo vent’anni fa, e negli ultimi quindici anni hai lavorato come consulente immobiliare, non ha più senso inserire l’esperienza da pizzaiolo perché non è più pertinente.

Sfrutta l’ordine cronologico inverso

Ricordati di sfruttare l’ordine cronologico inverso per inserire questi elenchi. Ciò significa che dovrai inserire per prime le esperienze più recenti. Questo perché tali esperienze sono più vicine nel tempo e, per forza di cose, sono molto più significative per l’attività lavorativa cui andrai incontro nell’immediato.

Parti dunque dall’ultima laurea conseguita, l’ultimo posto di lavoro frequentato e così via, e scrivi un breve elenco a ritroso nel tempo.

Presta grande attenzione ai buchi temporali nel CV

I buchi temporali sono una delle motivazioni per cui tantissimi CV vengono scartati. Ma cosa sono? I buchi nel curriculum sono periodi di tempo non coperti da alcuna esperienza o attività formativa.
Un esempio: in un curriculum si passa da questa informazione “dal 2014 al 2016 ho svolto l’attività lavorativa X” a questa informazione “dal 2018 ad oggi ho lavorato come X”. Il datore di lavoro, che leggerà il CV, in maniera lecita si chiederà: cos’ha fatto il candidato dal 2016 al 2018? Potrebbe sembrare una venialità, ma si tratta di dettagli cruciali su cui tantissimi recruiter prestano grande attenzione.

Dovrai gestire al meglio questi buchi nel curriculum. Non puoi pensare di trascurarli sperando che il recruiter non se ne accorga. Potresti ad esempio descrivere le motivazioni per cui in quel periodo sei rimasto fermo, non soltanto nel CV ma anche nella lettera di presentazione. Oppure, se in quel periodo hai svolto qualche attività per hobby per coprire il tempo, potresti descriverlo specificando che non sei riuscito a trovare un’occupazione nel frattempo.

La Sposa di Maria Pia

Scegli un design adeguato alla posizione lavorativa che cerchi

Il design del CV è fondamentale per crearne uno davvero eccellente. Non potrai pensare di creare un curriculum con mille colori, ad esempio, se dovrai candidarti per un lavoro in banca; così come potrebbe non essere una scelta saggia scrivere un curriculum troppo professionale e in bianco e nero, se vorrai fare il designer per un’agenzia di comunicazione.

Dovrai sfogliare tra i tanti design disponibili in Rete o tramite diversi software e scegliere quello che più fa al caso tuo.

Inserisci le informazioni di contatto in alto

Un ottimo CV mette sempre in evidenza le informazioni di contatto in alto. Dovrai dunque inserirle ad esempio a fianco della tua foto nel curriculum, in alto a sinistra o a destra in base al layout.
Non dimenticare di inserire il tuo indirizzo e-mail personale, il tuo numero di telefono e anche il tuo indirizzo di residenza.

Dedica una sezione ai tuoi hobby, ma non dilungarti troppo

Potresti includere una sezione in cui parli dei tuoi hobby e passioni personali, farà senza dubbio piacere al recruiter.
Attenzione, però: non devi dilungarti troppo o potresti appesantire il CV senza un motivo. Mantieni questa parte breve, concisa e soprattutto inseriscila a fondo curriculum, sarà più un extra cui il recruiter potrebbe essere eventualmente interessato.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti