Finale nazionale Cantagiro 2009 al Piper di Roma

Il 19 novembre esibizione dei vincitori delle tappe della manifestazione e finalissima
Enzo Luciani - 16 Novembre 2009

Finale al cardiopalma per l’edizione 2009 de Il Cantagiro, la storica manifestazione musicale che dal 1962 ha animato le serate estive degli italiani e visto nascere le più grandi leggende della musica leggera made in Italy. Dal 2005, anno in cui ha cominciato a firmarla il patron Enzo De Carlo, la gara – rinnovata nella formula grazie anche al significativo contributo dei due direttori artistici, gli attori-registi Jonny Triviani e Giulia Carla De Carlo – sta, infatti, tornando ad essere nuovamente il concorso che scopre e lancia le nuove stelle del firmamento canoro italiano. Non a caso i primi tre saliti sul podio nella passata edizione si stanno imponendo nel panorama musicale italiano. Se le Yavanna, le tre “elfiche” sorelle, sono impegnate in questi giorni a dar battaglia a colpi di note nel talent show di Rai 2 X-Factor nella categoria “gruppi vocali” guidata da Mara Maionchi e i Sismica, dopo aver ottenuto un ottimo contratto discografico, stanno lavorando alla preproduzione di un proprio Cd, non è andata affatto male neanche alla giovanissima Loredana Errore, che, grazie anche alla carica emotiva della sua voce e alla sua forte personalità artistica, è entrata nell’ambita scuola di Amici di Canale 5.

La serata, in programma al Piper il 19 novembre prossimo, si preannuncia dunque come uno degli appuntamenti canori più attesi della stagione, in cui a valutare i giovanissimi talenti sarà una giuria tecnica d’eccezione, presieduta da Dario Salvatori e Giancarlo Bornigia e composta da discografici, musicisti, autori e critici musicali, fra cui: Marcello Appignani, Carmelo Caprera, Filippo Celli, Rolando D’Angelo, Gianni Davoli, Carmen Di Domenico Bardotti, Cecile Gayle, Marcello Marrocchi, Mario Torosantucci, Pino Sciortino, Ivano Michetti ed Elvino Echeoni. Non è un caso che sia stato scelto lo storico tempio della musica come sede per l’atto conclusivo della manifestazione. Istituzione più che semplice locale, infatti, il Piper (Via Tagliamento – 9) è stato il trampolino di lancio per tanti volti noti della nostra musica, che lì hanno iniziato la loro splendida carriera: da Patti Pravo a Loredana Bertè, da Mia Martini a Renato Zero, senza dimenticare ancora, fra gli altri, Fred Bongusto, Romina Power, Gabriella Ferri e Mal.

Il rilancio progettato ad hoc, oltre che in grande stile, dunque, da Enzo De Carlo, patron della manifestazione, e da Giancarlo Bornigia, proprietario dello storico locale, ha un obiettivo ben preciso: riportare in auge la vera musica, fino ai livelli mai più toccati degli anni 60/70, supportandola anche con altre arti, quali la pittura, egregiamente rappresentata dai quadri del poliedrico Maestro Elvino Echeoni, e la letteratura (con l’attesissimo romanzo Iris & Michael, una storia scritta AquattroMani testo e film in uscita nel 2010 in cui ogni capitolo ha una propria colonna sonora, affidata ad alcune delle giovani promesse del Cantagiro).

"L’abbandono da parte dei giovani per l’interesse della canzone italiana – ha detto Enzo De Carlo, patron della manifestazione – è da attribuirsi a concorsi e festival dove il protagonista è il presentatore, il comico o la diva di turno e le giurie sono formate da tronisti o vallette, in quanto tutto è improntato a registrare un audience televisivo elevato e non c’è alcun interesse per la musica. Il Cantagiro con questa finale al Piper vuole, invece, tornare a rendere protagonista proprio questo settore artistico, con i suoi autori, i suoi rappresentanti più illustri, le sue melodie, ma anche i suoi giovani interpreti, quelli, insomma, che anche se ancora non lo sappiamo, potrebbero esserne la leggenda in un prossimo futuro."

“Sono stato lieto di concedere il Piper per la serata finale di questa storica manifestazione e orgoglioso per il ruolo che, nell’intenzione degli organizzatori de Il Cantagiro, ancora una volta, viene affidato a questo celebre luogo, che negli anni ha visto l’esordio dei migliori artisti della beat generation italiana e di tante leggende del nostro panorama musicale”, ha detto Giancarlo Bornigia. Lo storico fondatore del Piper Club ha poi aggiunto: “Il mio più sentito augurio va a Il Cantagiro che, grazie all’impegno profuso dal nuovo Patron e all’entusiasmo e alla competenza con i quali si sta affrontando questa significativa sfida, stanno riportando alla ribalta la musica leggera italiana e i suoi veri protagonisti”.

Lo start iniziale per l’ultimo atto dell’edizione attuale de Il Cantagiro, manifestazione alla quale negli anni hanno legato il proprio nome tanti storici rappresentanti della canzone italiana (da Adriano Celentano a Gianni Morandi passando per Massimo Ranieri, Caterina Caselli, Rita Pavone, Lucio Dalla, Lucio Battisti, Gino Paoli, l’Equipe 84, i Nomadi, i Pooh e ancora tanti altri), è previsto per le ore 16.00. Ad esibirsi sul palco ben ventiquattro concorrenti finalisti divisi equamente tra inediti e cover, i migliori giovani talenti tra quelli selezionati quest’estate in un’interminabile gara che ha visto macinare chilometri dal nord al sud dello stivale ed esibirsi più di 5000 nuove voci. Solo dodici ragazzi, la metà esatta, passerà alla fase successiva, quella della finalissima, e darà vita ad uno scontro all’ultima nota a conclusione del quale, nonostante le qualità e la competitività di ciascuno di loro, sarà decretato un unico vincitore o un’unica vincitrice per ciascuna categoria. In premio per chi arriverà sul podio il diritto di indossare la mitica maglia rosa, simbolo storico della manifestazione, tanta visibilità e la possibilità di cantare la colonna sonora di uno dei prossimi lavori cinematografici firmati dalla Margot Produzioni. Al vincitore della categoria “inediti” andrà un riconoscimento speciale: un bassorilievo in foglia oro realizzato dal Maestro Elvino Echeoni. Il premio caratterizzante, Musica per film, sarà consegnato ad uno dei concorrenti.

A tutti, invece, quello che per gli organizzatori rimane il riconoscimento più ambito, in un’epoca in cui sembra esser passato di moda tutto ciò che non ha un valore meramente economico: l’esser valutati da una giuria di elevato spessore artistico.

A presentare la finale de Il Cantagiro 2009 il giornalista Francesco Occhiuzzi. Art Director Communications della manifestazione Angelo Ciccio Nizzo, organizzatore di eventi nei più prestigiosi locali della capitale e icona delle più belle serate della Roma bene, che si affida a lui per i party rivolti ai nottambuli più esigenti.

Adotta Abitare A

Ricco il parterre dei rappresentanti del mondo dello spettacolo e dei VIP invitati alla serata: da Dario Salvadori a Stefania Orlando e Giorgio Verdelli, da Francesca Rettondini a Joe Di Tonno e Ciccio Giuffrida, da Franco Neri a Giannandrea Pecorelli, Amedeo Minghi, Franco Simone, Claudia Koll, Tiziana Rivale, Edoardo Vianello, Mirko Casadei Beach Band, Massimo Di Cataldo, Catena Fiorello, Roberta Manfredi, Rino Barillari.

Special guest il cantautore Gianluca Sciortino, che ha firmato la colonna sonora del film “In nome del figlio”, andato in onda su Rai 1 e tratto dalla sua nota vicenda personale.

Presenti anche i Sismica, secondi classificati a Il Cantagiro 2008, Gianluca Capozzi, nuova stella emergente della canzone italiana, e la cantante Miha, che ha appena cantato l’inno ufficiale per il ventennale della caduta del muro di Berlino.

Numerose nel corso della serata le esibizioni dei tantissimi ospiti musicali chiamati a portare la propria testimonianza e, perché no, a raccontare i difficili esordi e i tempi della gavetta.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti