Giovanni Palatucci, il poliziotto beato

Il 10 febbraio, presso la scuola di via Pollenza, un evento per ricordare il commissario della P.S., eroe della Seconda Guerra Mondiale
di Serenella Napolitano - 9 Febbraio 2010

Domani 10 febbraio, dalle ore 8.30 alle 10.30, in occasione dell’anniversario della morte del beato Giovanni Palatucci, l’Associazione Donatori e Volontari personale Polizia di Stato ONLUS ha organizzato, una giornata evento per ricordare la figura del commissario della P.S. Giovanni Palatucci, medaglia d’oro al merito civile per aver salvato la vita a molti ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. L’iniziativa si svolgerà nella scuola romana che porta il suo nome, in via Pollenza 54,  

Giovanni Palatucci fu l’ultimo questore di Fiume, morto per i suoi ideali a soli 36 anni. Quando nel 1939 furono emanate le leggi antisemitiche, il giovane commissario si schierò con i cittadini ebrei ma anche con tutte le persone che fuggivano da un regime nazista e razzista. Infatti nel marzo del 1939 sottrasse dalla Gestapo 800 ebrei tedeschi in fuga dalla Germani nazista. In sei anni della sua attività a Fiume riuscì a salvare ben 5000 ebrei. Lo stesso numero di alberi di un bosco che oggi gli Ebrei hanno voluto dedicargli.

In memoria di Giovanni Palatucci e tutti coloro che hanno donato la propria vita per gli altri, verrà organizzata una donazione sangue a favore dei bambini ricoverati presso l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Alla giornata sarà presente, anche quest’anno Riccardo Pacifici, Presidente Comunità Ebraica di Roma, che per primo donerà il proprio sangue.

Chi vorrà donare il sangue continuerà a portare avanti questo messaggio di umanità che sacrificando la sua vita Palatacci fa giungere fino ai nostri giorni. E proprio per questo motivo è stata organizzata una vera e propria gara di solidarietà che vedrà protagonisti tutti i bambini delle classi delle scuole del 141° Circolo Didattico ed i loro genitori.
I genitori che doneranno il sangue al momento della donazione dovranno indicare la classe frequentata dai figli. Ai bambini della classe che avrà totalizzato il maggior numero di donazioni l’Associazione donerà, quale segno di riconoscimento per l’altruismo e la generosità dimostrata, un simpatico regalo.

A concludere la giornata sarà la musica della Fanfara della Polizia di Stato.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti