Farmacia Federico consegna medicine

Il tappo che salva la vita

Planet Onlus continua la raccolta i cui proventi consentono la realizzazione di progetti sociali
di Alessandro Moriconi - 19 Novembre 2009

L’associazione Planet Onlus continua grazie ai suoi tanti volontari e alla sensibilità di tanti cittadini, la raccolta dei tappi di plastica. Tappi che vengono successivamente venduti (poche decine di euro al quintale) e i cui proventi consentono la realizzazione di progetti di indubbia valenza sociale.

Oramai le cose realizzate con queste piccole capsule di plastica sono innumerevoli e vanno dall’acquisto di un pulmino attrezzato donato all’Associazione malati di Sclerosi Multipla, ai letti per il reparto oncologico del Bambin Gesù, alle attrezzature Oculistiche e Odontoiatriche donate alla Asl/B, al defibrillatore donato all’Associazione Sportiva S. Giustino, alle borse di studio per due bambine rimaste orfane del papà, a dei progetti realizzati nelle Favelas Brasiliane (tra cui una scuola alberghiera)… per arrivare infine alla consegna, avvenuta sabato 14 novembre 2009, di un altro defibrillatore, questa volta al Sportivo S. Vincenzo.

Davanti ad oltre 300 persone riunite presso la sala Giovanni Paolo II il presidente dell’associazione Planet Onlus, l’avv. Francesco Figliomeni ha ripercorso tutti i successi della Planet e ringraziato quanti tra volontari e cittadini contribuiscono a rendere possibile la realizzazione dei progetti.

La consegna dell’apparecchio è stata fatta nelle mani del dott. Roberto Alfonsi (medico) che oltre a ricoprire la carica di presidente dell’associazione sportiva A.S.D.S.Vincenzo de Paoli, dovrà occuparsi di addestrare un certo numero di persone che in caso di necessità dovranno utilizzare il prezioso strumento.

Alla cerimonia conclusasi con un rinfresco sono anche intervenuti il Parroco, Don Tommaso Acciari, il presidente del Municipio Roberto Mastrantonio, l’assessore Leonardo Galli, i consiglieri Aldo Mercuri e Platania ed una folta delegazione della protezione civile del distaccamento di Tor Sapienza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti