Laboratorio Analisi Lepetit

La Boutique del Lavaggio a secco è in via Collatina 241/A

A Tor Sapienza la storica lavanderia di Luigi ed Ylenia Garbati
di Maria Giovanna Tarullo e Vincenzo Luciani - 3 Agosto 2012

Quando ci si denomina La Boutique del Lavaggio a secco c’è la consapevolezza di una superiore cura dei capi, a partire dalla massima igiene: un principio inderogabile per Luigi Garbati e per la sua lavanderia in via Collatina 241/A.

Luigi, quando è iniziata l’attività?

Tutto comincia nel 1976 con la prima lavanderia in via degli Armenti un’attività che è cessata dopo 11 anni, per riaprire in seguito in via Collatina 241/A con il nome de "La Boutique del Lavaggio a secco".

Perché questo nome al limite della presunzione?

Quest’attività punta sul lavoro realizzato con estrema qualità. La qualità naturalmente si sposa con un prezzo che non può essere stracciato. Noi non abbiamo mai svenduto il nostro accurato lavoro né abbiamo neppure pensato di derogare dall’accuratezza che è e sempre stata, è e sarà la nostra particolare cifra di riconoscimento. A noi infatti piace praticare il nostro mestiere in modo eccellente.

Come fronteggiate però la crisi attuale?

Purtroppo la mole di lavoro non è più quella di un tempo, perché per motivi economici la clientela preferisce rivolgersi a lavanderie dove poter spendere di meno o addirittura tentano di fare direttamente loro in casa, con risultati spesso sconfortanti.

Con l’avvento di Ylenia, la figlia, c’è stato in qualche modo un cambio generazionale. E avvenuto con o senza conflitti?

Adotta Abitare A

Il mio braccio destro da diversi anni è diventata mia figlia. L’inizio insieme è stato duro (abbiamo due caratteri, diciamo così, forti) e ho dovuto faticare molto per istruirla in questo mestiere. Per fortuna i risultati sono stati ottimi e devo confessare che Ylenia, con la sua tenacia e con la sua professionalità mi sta dando grandi soddisfazioni. In un certo senso per mè è stata una piacevole sorpresa. Ho scoperto che racchiude tante virtù di cui nemmeno ero a conoscenza. Adesso devo ammettere di fare più ben poco; la mia presenza è utile solo perché mia figlia deve lavorare in due laboratori separati. Se la situazione fosse diversa andrei volentieri in pensione, potrei rimanere solo come consigliere.

Qual è il segreto del successo della ditta?

Posso dire di avere una mia clientela di élite che decide con piena consapevolezza di portare i suoi vestiti buoni e quindi accettano i miei prezzi perché si rendono conto del lavoro che c’è dietro a quei prezzi. Il mio unico obiettivo è quello di riconsegnare gli indumenti pressoché perfetti. Naturalmente può accadere di sbagliare. Se sbaglio lo faccio in buona fede e lo ammetto sempre con onestà con il cliente. Ovviamente se la macchia è indelebile, dico sempre che rimangono solo le forbici per toglierla.

Come si è evoluto il quartiere in questi anni?

Tor Sapienza un tempo era considerato un quartiere industriale. C’erano moltissime industrie tra cui la Voxson, la Pinto, la Polifarma, la lavanderia Nivea e decine di piccoli stabilimenti con 50 dipendenti in su. Ricordo che quando le aziende nel pomeriggio chiudevano si riversavano in strada oltre 3000 persone, c’era un caos indescrivibile ma che portava però ad avere un quartiere vivo sino a tarda sera. Adesso purtroppo viviamo sotto lo scacco della criminalità quasi con il coprifuoco, abbiamo pochi negozi e molti hanno dovuto chiudere a causa del carovita. Ed i centri commerciali hanno dato la mazzata finale, costringendo molti piccoli esercizi ad arrendersi, a chiudere.

Come si presenta oggi la situazione?

La crisi attuale la conosciamo tutti e vista la mancanza di soldi la gente cerca di risparmiare il più possibile. La Boutique del Lavaggio a secco per fortuna viene ancora esaltata e scelta per quei capi buoni che ci tengono a mantenere.

E il quartiere?

Mentre per quanto riguarda il quartiere mese dopo mese vedo portare avanti delle scelte politiche sempre peggiori, il municipio a mio avviso dovrebbe rimandare a scuola i suoi ingegneri sopratutto quelli che hanno progettato via di Tor Sapienza. 


Commenti

  Commenti: 1

    Commenti