La nuova proposta di legge per traffico illegale di cuccioli

Di Cosmo (Italia dei Diritti): Soltanto un primo passo verso una convivenza civile
Enzo Luciani - 15 Ottobre 2009

"Finalmente, dopo 22 anni dalla ratifica dell’Unione Europea sulla Convenzione per la protezione degli animali da compagnia, il Parlamento italiano ha deciso di interessarsi a queste tematiche".

Ha commentato così il 14 ottobre 2009 Marco Di Cosmo, responsabile per la tutela degli animali del movimento Italia dei Diritti, la proposta avanzata dal Ministro Frattini d’intesa con il Ministero della Salute di introdurre in Italia entro Natale una nuova legge contro il traffico illegale di cuccioli di cani e gatti. Il disegno di legge approvato il 2 ottobre scorso dal Consiglio dei Ministri, come ha annunciato Frattini, sarà spinto da un’azione coordinata con le Ambasciate italiane nei Paesi europei e in quelli del vicinato orientale per una collaborazione più forte che miri ad aumentare la sensibilità sul tema.

"Mi auguro – ha continuato l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – che realmente entro Natale la nuova legge sia in vigore. È importante sottolineare che non soltanto ci saranno sanzioni penali e multe per il traffico illecito di cuccioli ma che la legge intende punire anche mutilazioni a scopi estetici, come il taglio di coda, orecchie e corde vocali. Si tratta soltanto di un primo passo verso il riconoscimento dei diritti degli animali, ma questo non basta perché i casi di avvelenamento e tortura di gatti, cani e non solo, sono all’ordine del giorno. Le inadempienze delle amministrazioni pubbliche – conclude Di Cosmo – sono evidenti e incontrastate".
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti