L’Inps di Guidonia cambia gli orari

Disagi per gli utenti in fila agli sportelli
di A.M. - 8 Settembre 2011

Dal 1 agosto gli uffici Inps di Guidonia hanno subito delle variazioni nei giorni di apertura al pubblico. Solo due giorni a settimana per i servizi di malattia, maternità, disoccupazione e mobilità e tre per le pensioni e l’invalidità civile. La contrazione dei servizi ha causato non pochi disagi ai cittadini. Lo sportello che ha sofferto di più quello per le pratiche di maternità e malattia. Donne incinte o con bambini piccoli costrette ad attese di ore. "Sono arrivata alle 10.30 – racconta una giovane mamma – è l’una passata e ancora devo entrare. Nel frattempo ho allattato, cambiato il pannolino e fatto addormentare mio figlio. Prima dei nuovi orari le file erano sopportabili, ora sono impossibili.

Il Direttore Renato Nisi conosce bene la situazione degli sportelli: "Purtroppo spiega il direttore – non è una nostra decisione. E’ arrivata una circolare (in seguito ad un accordo sindacale) con queste nuove disposizioni. Noi naturalmente cerchiamo di essere flessibili ma i disagi per gli utenti ci sono comunque. Suppongo – prosegue il direttore – che la tendenza sia quella di chiudere completamentre gli sportelli dando priorità ai patronati e sostituendo molti dei servizi con quelli online".

Il fatto è che in Italia l’ alfabetizzazione informatica è ancora solo una pecularietà dei giovani e non di tutti. Per ora all’Inps di Guidonia questa circolare ha comportato esclusivamente disagi ai cittadini ed in particolare alle donne incinte e con bambini, le stesse che dovrebbero avere in un paese civile la priorità su tutto e tutti. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti