Piano della Provincia per restauro musei, palazzi e biblioteche

Finanziati interventi nel 2010 per 2 milioni
di Serenella Napolitano - 30 Ottobre 2009

La Giunta provinciale ha approvato il 28 ottobre 2009, il Piano Provinciale di interventi per musei, archivi e biblioteche per il 2010 per un complessivo di 2.023.583,00 euro in attuazione della Legge regionale n. 42/97. Finanziati 24 Musei, 14 archivi storici, 48 biblioteche nei comuni della provincia. Il provvedimento interviene a sostegno del sistema museale e bibliotecario permettendo alle strutture di realizzare ristrutturazioni e ampliamenti nonché di avviare le molteplici iniziative culturali che le rendono parte integrante del tessuto sociale e culturale del territorio. I finanziamenti sono destinati sia a biblioteche e musei civici sia a biblioteche e musei di interesse locale.

“Con il Piano aumenteranno le biblioteche i musei in grado di offrire spazi multimediali, laboratori, servizi per utenza svantaggiata, e verranno finalmente restaurati e valorizzati i preziosi materiali e documenti contenuti negli Archivi – dichiara l’assessore alle politiche culturali della Provincia di Roma Cecilia D’Elia – Molti gli interventi mirati a valorizzare strutture museali ancora poco conosciute. Un particolare rilievo è stato attribuito dal Piano al finanziamento delle iniziative di formazione e aggiornamento del personale perché riteniamo essenziale il ruolo da esso svolto nella valorizzazione del patrimonio librario, archivistico e mussale e nella promozione della partecipazione dei cittadini”.

Tra gli interventi di ristrutturazione e restauro più rilevanti si segnalano: il progetto di allestimento del Museo dell’Agro Veientano di Formello, la realizzazione di un documentario sulla storia dell’allume al Museo di Allumiere, e il restauro dei paramenti sacri di Bracciano, il restauro dei materiali della Civiltà contadina di Cave.

Tra le attività culturali museali finanziati tra gli altri: la mostra sulle macchine da guerra ramane di Arcinazzo Romanoi, la ricostruzione digitale dell’area archeologica di Giunone Sospita di Lanuvio, l’allestimento di uno scavo simulato nel museo di Segni, mostre interattive al Museo del Giocattolo di Zagarolo.

Inoltre verranno ristrutturate la Biblioteca civica di Santa Marinella e di Palazzo Coccanari Fornari sede della biblioteca civica di Tivoli. A tutte le Biblioteche civiche inserite nel piano è stato garantito un sostegno per l’incremento del patrimonio documentario.

Infine partiranno gli interventi per il restauro dei documenti storici negli Archivi di Artena, Carpineto Romano, Castel Madama, Cave, Mentana, Montecompatri, Nazzano, Palombara, Riofreddo Rocca Di Papa, Santa Marinella, Sant’Oreste, San Vito Romano, Tivoli.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti