Pulizia e recupero ambientale alla Riserva Naturale della Marcigliana

Una lotta contro le discariche abusive a cielo aperto
di C.T. - 26 Giugno 2008

Da metà giugno 2008 è iniziata la pulizia e il recupero ambientale del territorio all’interno della Riserva Naturale della Marcigliana. L’area è stata delimitata con staccionate in legno al fine di evitare l’utilizzo e la sosta impropri sull’area. Sotto il controllo dei guardiaparco dell’Ente è stata sistemata anche l’area accoglienza e il parcheggio situati vicino alla Casa del Parco.

La Riserva Naturale della Marcigliana è per estensione la seconda area protetta del sistema dei parchi romani ed è coordinata da RomaNatura in collaborazione con la società Terna ed il IV Municipio.

Nella fase successiva il personale della società Terna, gestore della rete elettrica nazionale, effettuerà una grande operazione di bonifica di numerosi siti presenti lungo via della Marcigliana, trasformati in vere e proprie discariche a cielo aperto. Circa 100 dipendenti di questa società hanno già portato via molti rifiuti dalla strada principale di attraversamento della riserva dove saranno posizionati dei guard-rail dissuasori per impedire la sosta e contenere lo scarico abusivo dei rifiuti. E’ infatti questa una delle principali emergenze dell’area protetta che i guardiaparco cercano di arginare con azioni di polizia giudiziaria.
“L’operazione in corso in questi giorni – sostiene Stefano Cresta direttore di RomaNatura –non si esaurisce nel progetto di recupero ambientale e messa in sicurezza del territorio. Al più presto intendiamo sviluppare con il supporto degli uffici dell’Ente e l’Azienda Agricola del Cavaliere una progettualità rivolta alla cittadinanza e ai produttori agricoli. Da subito partiranno i nuovi servizi di accoglienza gestiti dalla cooperativa Tor S.Giovanni, che si è aggiudicata la gara conclusa nei giorni scorsi”.

Fresco Market
Fresco Market

"Questo non e’ un caso isolato – aveva detto Alemanno in campagna elettorale di fronte a un cumulo di rifiuti nel parco della Marcigliana- sono numerose le discariche a cielo aperto in aree protette di Roma. E’ un esempio di quello che potrà accadere quando sarà esaurita la discarica di Malagrotta, si rischia l’emergenza rifiuti come in Campania".

Giuseppe Fernandez, volontario dell’ Angev (Guardie ecologiche volontarie) responsabile del IV distaccamento tutti i giorni pattuglia il parco della Marcigliana e Tor San Giovanni dice che da solo ha già segnalato decine e decine di discariche nel IV municipio e sostiene che anche il volontariato sia un ottimo metodo per difendere la natura e l’ambiente.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti