Municipi:

Regione Lazio in prima linea: tavolo di crisi per affrontare le emergenze sul lavoro

Sono 9 i milioni stanziati ogni anno dalla Regione Lazio per tutelare la sicurezza dei lavoratori, e 100 ispettori

Il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, in accordo con i sindacati incontrati oggi, ha richiesto un incontro urgente al prefetto di Latina per affrontare il tema della sicurezza sul lavoro, delle morti bianche e della lotta al caporalato, a seguito della tragica scomparsa di un bracciante nelle campagne pontine.

Stamane si è svolto un tavolo sulla sicurezza sul lavoro convocato con urgenza da Rocca e dall’assessore al Lavoro, Giuseppe Schiboni, insieme ai rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, e al direttore generale della Regione Lazio, Alessandro Ridolfi. Durante l’incontro, durato circa due ore, è stata affrontata in profondità la questione della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Nel corso della riunione, l’assessore Schiboni ha illustrato le iniziative messe in campo dalla Regione Lazio.

Infatti, è in fase di firma da parte del presidente Rocca il decreto per la costituzione del Comitato Regionale di Coordinamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro e dell’Ufficio Operativo.

A breve, inoltre, come già annunciato, saranno emanati due avvisi destinati a interventi formativi sulla salute e sicurezza sul lavoro, per i quali l’amministrazione regionale investirà oltre 4 milioni di euro, di cui un milione derivante dal fondo Inail e 3 milioni dal Fondo Sociale Europeo, garantendo così la copertura di tutte le aziende del territorio.

Complessivamente, sono 9 i milioni stanziati ogni anno dalla Regione Lazio per tutelare la sicurezza dei lavoratori.

Inoltre, la Regione ha incrementato di 100 unità il numero degli ispettori in servizio presso gli Spresal.

A questo proposito, riguardo la tragica morte di Satnam Singh, le sigle sindacali hanno evidenziato le numerose problematiche che affliggono il mondo del lavoro, in particolare nella provincia di Latina, e le strategie per combattere il caporalato.

Il tavolo si è concluso con la decisione congiunta di richiedere un incontro immediato al prefetto di Latina, alla presenza di tutti i sindaci della provincia, delle associazioni datoriali e degli organi di vigilanza, per discutere insieme le azioni più efficaci per contrastare il fenomeno del caporalato, il dramma sociale che colpisce molti lavoratori, e l’emergenza delle morti sul lavoro.

La richiesta di un incontro al prefetto di Latina sarà avanzata dal presidente Rocca e dall’assessore Schiboni, di concerto con le rappresentanze sindacali.

La tragedia accaduta negli ultimi giorni a Latina è un grido d’allarme dal territorio che non può essere ignorato. È necessario prendere decisioni ferme e applicarle con rigore,” ha concluso Schiboni.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento