Tolti i rifiuti al Casale delle Carrozze in Decimo Municipio

Hanno avuto effetto le proteste dei cittadini, della Comunità Territoriale e le sollecitazioni del X Municipio
di Aldo Pirone - 24 Ottobre 2011

Giovedì 13 ottobre, malgrado il nubifragio che ha allagato mezza Roma, l’assessorato all’ambiente ha mandato i mezzi e il personale a ripulire il Casale delle carrozze nel Parco omonimo adiacente a largo Masia.
Dopo 4 mesi in cui i rifiuti, prodotti dallo sgombero nel giugno scorso delle famiglie rom che l’occupavano, sono rimasti a terra e dopo l’incendio del Casale di domenica 9 ottobre che aveva ancor più aumentato l’emergenza sanitaria, hanno avuto effetto le proteste dei cittadini, della Comunità Territoriale del X Municipio e le sollecitazioni avanzate al Comune dal Municipio medesimo.

Allo stato attuale il Casale, pur sgomberato dai rifiuti più consistenti, rimane comunque, con i suoi muri spettrali, anneriti dal fuoco e malfermi, un elemento di forte pericolosità per i frequentatori del parco ed elemento di forte degrado. Occorre un intervento urgente per mettere in sicurezza l’immobile e renderlo inaccessibile a nuove occupazioni in attesa che, debitamente ristrutturato, possa assolvere ad una funzione sociale di riqualificazione dell’area verde dentro cui è collocato. A tale proposito è stata avanzata e accolta negli anni scorsi dal Municipio una richiesta di utilizzo da parte dell’Asl Rmb.

La pulizia era necessaria e urgente ma rischia di vanificarsi presto se non seguiranno con sollecitudine gli altri interventi di messa in sicurezza. Ce lo auguriamo vivamente.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti