Umberto I: riaperta Gastroenterologia e Nefrologia Pediatrica

Con un reparto da fiabe per i piccoli pazienti del nosocomio romano
di Patrizia Miracco - 25 Maggio 2009

Riaperta all’Umberto I la struttura di gastroenterologia e nefrologia pediatrica. Questo reparto, nato nel 1935 in occasione del congresso Internazionale di Pediatria con lo scopo di ospitare bambini affetti da gravi patologie gastroenterologiche e nefrologiche, porta ora i piccoli, durante i giorni di degenza, a vivere in un mondo da fiabe.

Caratteristiche del reparto ristrutturato sono la razionalizzazione degli spazi, l’accoglienza e l’umanizzazione degli ambienti (illuminazione a led colorati, ogni stanza è contraddistinta da un colore e da una fiaba raccontata con disegni e parole sui vetri), la creazione di una sala giochi e una sala informatica utilizzabile anche dagli insegnanti scolastici delle classi materne, elementari e medie che svolgono il loro lavoro all’interno dell’Umberto I, una tecnologia avanzata per il monitoraggio continuo dei pazienti ricoverati, il sistema di cartella clinica che è elettronico e la funzione di una video sorveglianza dei pazienti critici, inoltre un’area ipertecnologica per l’assistenza intensiva ai bambini trapiantati e in terapia immunosoppressiva.

Hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto l’impegno di due grandi Associazioni ONLUS: “NuovArmonia” e “Trenta Ore per la Vita” e finanziariamente Capitalia, la Fondazione Roma e lo Studio Schiattarella.

Il nuovo reparto è stato inaugurato il 21 maggio pomeriggio con una benedizione speciale dal cardinale Giovanni Battista Re alla presenza dell’on.le Gianni Letta, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Lorella Cuccarini, socio fondatore di “Trenta Ore per la Vita” e Beatrice Trinchese Marzano, presidente di “NuovArmonia”. Presenti anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il presidente Cnel, Antonio Marzano, il direttore generale dell’Umberto I, Ubaldo Montaguti e il rettore de La Sapienza Luigi Frati.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti