Un anno fa moriva Nicolò Blois

A causa della caduta di un albero in via Lucio Mario Perpetuo
Luisa Miccinilli - 6 Novembre 2009

E’ passato un anno dalla tragica morte di Nicolò causata dalla caduta di un albero. Nicolò aveva solamente 13 anni.

il 4 novembre erano in tanti a ricordarlo in via Lucio Mario Perpetuo, luogo della disgrazia, tutti accanto a mamma Simonetta e papà Massimo.

Alle 16,20 ora della disgrazia, padre Marco ha guidato tutti in una commossa preghiera. Presente anche il sindaco Alemanno che ha partecipato con commozione; poi alle 18,30 una messa in suo suffragio.

Un gruppo di giovani tifosi romanisti ha donato uno striscione al loro amico di sempre perché chiunque parla di Nicolò, lo ricorda come un bambino vivace, educato, grande tifoso della Roma con la passione del gioco del calcio. Per lui il pallone era la vita.

La dimostrazione di affetto e solidarietà si è avuta anche quando, appena successa la tragedia, tantissimi cittadini si ritrovarono tutti uniti in una fiaccolata per lui, nonostante il freddo e la pioggia battente.

Il funerale richiamò tantissime persone, che dimostrarono ancora una volta il loro affetto.

In onore e ricordo di Nicolo è nato un comitato ed una associazione onlus che hanno nei loro obiettivi la tutela e la difesa dei bambini dai pericoli e vigilano perché tali tragedie non abbiano più a ripetersi.

Le richieste e gli obiettivi del comitato sono: togliere dalle scuole di Roma l’amianto;  monitorare gli alberi e metterli in sicurezza; mettere una segnaletica stradale sotto la scuola media Cecilio II.

Adotta Abitare A

Il comitato che porta il suo nome farà tutto quanto possibile perché i cittadini tornino ad essere protagonisti della loro vita nel loro quartiere in tutta sicurezza.

Mamma e papà, Simone, tutti gli amici e compagni di scuola di Nicolò e tutte le persone che gli vogliono bene lo salutano: ciao Nicolò sei e sarai sempre nei nostri cuori. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti