Viale Libia e viale Eritrea riaperti alle auto private

Dal 3 settembre 2008, dopo dieci anni eliminate le due 'strade verdi'
Enzo Luciani - 4 Settembre 2008

Dopo 10 anni spariscono le ‘strade verdi’ viale Libia e viale Eritrea e tornano aperte al traffico privato. Da oggi, così, chi viene dal Ponte delle Valli potrà accedere direttamente su viale Libia e da lì a viale Eritrea fino a corso Trieste e viceversa. Soddisfatta il presidente del Municipio II, Sara De Angelis, che aveva promesso già in campagna elettorale di "ripristinare la situazione com’era 10 anni fa. Del resto- spiega- le strade non erano chiuse completamente al traffico privato ma vi si poteva accedere dalle vie contigue".

Ma se i commercianti sono contenti, i residenti protestano. "In realtà soltanto una parte di loro- precisa il presidente- so che hanno annunciato un ricorso al Tar. Ma io dico loro che così si aumenta l’offerta di strade percorribili e il traffico si spalma. Non ci sembrava giusto creare solo due isole felici che poi tanto felici non erano poichè l’inquinamento non era affatto diminuito".

Rimane ora solo la ‘strada verde’ via Nizza. "Se su queste due strade c’era bisogno di interventi immediati- spiega De Angelis- per via Nizza la situazione è un po’ diversa. Apriremo un confronto con cittadini e commercianti per capire quali sono le loro richieste e trovare la soluzione migliore. Anche lì però i commercianti ne hanno risentito moltissimo". Tra le ipotesi ci sarebbe quella di aprire la strada solo in certe fasce orarie. A tutela dei commercianti, comunque, il presidente afferma di aver sollecitato "vigili del fuoco e guardia di finanza a interventi più assidui contro gli abusivi".

3 settembre 2008 – Dire Lazio

La sinistra minaccia di scendere in piazza


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti