2,5 miliardi dalla Regione Lazio per la casa

Alla cerimonia di premiazione di "Casa mia..Casa mia" l’assessore regionale Mario Di Carlo dà i numeri sulla casa
Enzo Luciani - 19 Dicembre 2009

E’ Franco Paolucci, romano, il vincitore della seconda edizione del Premio di Poesia "Casa mia..casa mia..", il concorso promosso dall’associazione culturale R.E.G.I.S. e finanziato dalla Regione Lazio.

Il vincitore è stato decretato nel corso di una cerimonia di premiazione svoltasi nella Sala Tevere della Regione Lazio giovedì 17 dicembre.

L’edizione 2009 del concorso, nato con l’obiettivo di sensibilizzare le persone e gli enti locali sui temi legati alla casa, si è concluso il 5 dicembre scorso dopo aver raccolto numerose adesioni.

Due le poesie fuori concorso di cui è stata data lettura: una proveniente dalla Spagna dell’autore teatrale Jesus Alvar Velazquez Santino e l’altra dalla Campania di Klem D’Avino, autore fra l’altro de “La mia strada aveva l’orizzonte come limite” .

A consegnare l’attestato di partecipazione con il relativo premio, in qualità di presidente della giuria, l’Assessore regionale alle Politiche della Casa, Mario Di Carlo.

“Solitamente si parla di casa con un vissuto negativo, sfratti, mutui che non si riescono ad onorare; finalmente un’iniziativa – ha dichiarato Di Carlo a margine della manifestazione- che lega il concetto di casa alla cultura ribaltandone i termini. Voglio ricordare – ha continuato Di Carlo – che la Regione Lazio ha speso 2,5 miliardi di euro negli ultimi dodici anni per la casa; basti pensare che nelle spese di bilancio, la casa è la voce che viene subito dopo quella dei trasporti”.

Di Carlo parla anche del processo di alienazione del patrimonio abitativo, "un problema silenzioso a Roma che contribuisce al clima di insicurezza generale".

E ha concluso poi anticipando la presentazione di un vademecum realizzato dalla Regione Lazio per orientare i cittadini sulle opportunità legate alla casa.

Adotta Abitare A

Gli altri premi, consegnati dal direttore della rivista “Voce Romana”, Sandro Bari e dal presidente dell’Accademia Romanesca, Maurizio Marcelli, sono andati a Claudio Porena e Enrico Lanza.

“Questo concorso – ha dichiarato la presentatrice della serata, Laura Monaco – ha avuto l’onore di raccogliere ed ospitare lavori di grande pregio, merito anche della rinnovata collaborazione tra istituzioni e mondo letterario” .


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti