Laboratorio Analisi Lepetit

A Da Sud si parla e si discute di migrazioni

Tra gli ospiti Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato Onu per i rifugiati
di Letizia Palmisano - 29 Ottobre 2009

Oggi, giovedì 29 ottobre 09, presso l’associazione culturale Da Sud di via Gentile da Mogliano si parlerà di migranti e di migrazione con due eventi eccezionali: la presentazione del libro “Gli Africani salveranno Rosarno. E Probabilmente, anche l’Italia", con la partecipazione, tra gli altri, di Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati, e – a seguire – il documentario “U stissu sangu – storie più a sud di Tunisi”.

Eccovi il programma della giornata

GIOVEDI 29 OTTOBRE 2009 ORE 19

Presentazione del libro

“GLI AFRICANI SALVERANNO ROSARNO. E PROBABILMENTE, ANCHE L’ITALIA.”

Interverranno:

Antonello Mangano, curatore, TerreLibere.org

Valentina Loiero, giornalista Tg5

Adotta Abitare A

Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato Onu Per i Rifugiati

Celeste Costantino, associazione daSud

Dopo il dibattito, la proiezione del documentario e un buonissimo aperitivo.

A SEGUIRE

Rassegna cinematografica “Lo stato d’eccezione”
“U STISSU SANGU – STORIE PIU’ A SUD DI TUNISI “
Documentario 55’
di Francesco di Martino e Sebastiano Adornò

Una lucida e drammatica fotografia del fenomeno immigrazione. “U stissu sangu” presenta la vita dei migranti che continuamente sbarcano sulle nostre coste,in questo caso quelle siciliane . Propone i loro sogni, le loro speranze, le loro tragedie personali, le loro umiliazioni. Un punto di vista, quello dei due giovani autori, che riesce, già dal promo (si può vedere su www.ustissusangu.com), a far percepire il fenomeno immigrazione non come, comunemente rappresentato, un problema di sicurezza ma come un problema di dignità umana.

La serata sarà trasmessa in diretta web su www.terrelibere.org e www.dasud.it

Spazio daSud – via Gentile da Mogliano 170 – Pigneto Roma
www.dasud.it – info@dasud.it – facebook: daSud onlus – tel. 06. 83603427


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti