Allarme criminalità a Colli Aniene

Il Comitato di quartiere: ha assunto livelli non più tollerabili. Stiamo vivendo uno dei momenti più critici dalla sua fondazione
Enzo Luciani - 14 Gennaio 2012

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato del Comitato di quartiere Colli Aniene:

"La criminalità a Colli Aniene ha assunto livelli non più tollerabili. Il quartiere sta vivendo uno dei momenti più critici dalla sua fondazione. I malviventi agiscono a ritmo serrato, sia di giorno che di notte, contro esercizi commerciali ed appartamenti, sfidando apertamente le istituzioni. Ormai non si contano più appartamenti, negozi e supermercati che negli ultimi tempi sono stati ‘visitati’, anche più volte, dai rapinatori. Martedì scorso, 10 gennaio 2012, abbiamo raggiunto il culmine di questa emergenza con ben tre rapine a distanza di poche ore l’una dall’altra: una ai danni di un negozio di ottica e due a supermercati, compresi i clienti che li si trovavano a fare acquisti. Le ultime due sono avvenute quasi contemporaneamente verso le 19.30. Il nostro territorio sembra ormai in totale ostaggio di gruppi di delinquenti criminali che si muovono con impunità tra le larghe maglie lasciate dai sistemi di protezione istituiti per il cittadino.
Il Comitato di Quartiere di Colli Aniene, l’associazione culturale Vivere a Colli Aniene, l’associazione Italia per la Solidarietà e l’associazione Un girasole, si sono riunite per cercare di confrontarsi su questa situazione anomala e valutare quali interventi adottare per portare in evidenza il problema. Come primo atto hanno previsto l’invio di una richiesta di incontro alle istituzioni. La seconda azione consisterà in una raccolta firme per ottenere che sia istituito nel quartiere un presidio di forze dell’ordine. Ultimo atto, molto importante, sarà organizzare un’assemblea pubblica (programmata presumibilmente per il 3 febbraio) con il coinvolgimento delle istituzioni e degli organi di stampa. Le associazioni territoriali vogliono inoltre chiedere al V Municipio la convocazione di un consiglio straordinario su tale questione. Chiediamo il sostegno delle testate giornalistiche onde ottenere il massimo risalto ed attirare la massima attenzione su una realtà sociale che sta assumendo aspetti sempre più gravi e ‘grotteschi’. Della sicurezza il Sindaco di Roma ne ha fatto uno dei suoi cavalli di battaglia". 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti