Cavallari: al via tirocini retribuiti per 237 giovani

Inizieranno a dicembre ed avranno la durata di sei mesi
Enzo Luciani - 23 Novembre 2011

«Al via i Percorsi di cittadinanza attiva (Pica) per 237 ragazzi: i tirocini retribuiti di Roma Capitale, dedicati ai giovani dai 18 ai 28 anni, inizieranno nel mese di dicembre»
Lo comunica, in una nota, l’assessore alle Risorse umane, Enrico Cavallari.

«I tirocinanti, vincitori del bando di concorso, realizzeranno la propria esperienza in uno dei 36 progetti compresi in una moltitudine di settori tra cui assistenza e solidarietà, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, sviluppo e tutela del territorio, cooperazione e sviluppo locale, informatica, protezione civile e sicurezza» aggiunge Cavallari.

Ogni tirocinio verrà retribuito con un rimborso mensile pari a 350,00 euro (2100 euro complessivi per l’intero semestre) e avrà una durata massima di 6 mesi (25 ore settimanali) durante i quali ogni ragazzo sarà affiancato da un tutor messo a disposizione dalla struttura comunale ospitante come, ad esempio, un municipio, un dipartimento o una biblioteca.

Le attività formative, erogate direttamente dall’amministrazione capitolina, saranno dirette a far acquisire ad ogni stagista le competenze tecnico-professionali inerenti al tema del percorso scelto nonché le conoscenze sugli aspetti amministrativi relativi al funzionamento di Roma Capitale.

«Stiamo già lavorando all’organizzazione della seconda edizione di Pica – prosegue Cavallari – per dare l’opportunità ad altri ragazzi di partecipare a questo progetto molto apprezzato, viste le oltre cinquemila domande di adesione già raggiunte con il primo bando».

«I “Percorsi di cittadinanza attiva” rappresentano una nuovissima offerta formativa che ha l’obiettivo di rispondere a quei giovani che ci chiedono di avere una “prima possibilità” per conoscere il funzionamento della macchina capitolina nonché le tante facce della nostra meravigliosa città, la sua cultura e il suo territorio – dice Cavallari – I tirocini PiCA, nati in collaborazione tra il Campidoglio e il ministero della Gioventù, rappresentano un’importante esperienza di crescita personale e di educazione alla solidarietà – conclude Cavallari – Roma Capitale intende sperimentare tali percorsi anche in una dimensione europea favorendo, attraverso scambi e opportunità di mobilità, la promozione nei giovani della cittadinanza europea attiva. Le competenze acquisite durante i tirocini, infatti, verranno certificate dal sistema VPL (Validation of Prior Learning) già collaudato in ambito europeo: questo permetterà ai partecipanti di poter spendere il proprio bagaglio di conoscenze sul mercato del lavoro anche all’estero».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti