Corviale, comitati occupano presidenza Ater

Galeota: “ Buontempo furbescamente sottrae fondi a Corviale ”
Enzo Luciani - 7 Novembre 2011

I comitati di quartiere di Corviale hanno occupato la sede Ater per protestare contro la mancata  riqualificazione del Palazzo Ater di Corviale, ‘il Serpentone. I lavori sono previsti dal secondo contratto di quartiere. Dopo 35 anni di iter amministrativo erano infatti stati messi a disposizione 23 milioni di euro per i lavori di restyling.

"Invece – protestano gli occupanti -oggi tutto è fermo. La Giunta Polverini e l’assessore alla casa Buontempo, appena insediati dichiaravano a raffica a giornali, radio e TV: “ il nostro primo intervento per le periferie è abbattere il Palazzo di Corviale”. Così con una lettera all’Ater il nuovo assessore ha bloccato l’avvio dei previsti lavori di riqualificazione del Serpentone.
A distanza di 18 mesi e senza aver messo alcun euro in bilancio, nessun intervento è iniziato. Solo chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere. Alle nostre richieste e iniziative per far rispettare gli impegni assunti, segue un silenzio tombale.
Dopo i tanto reclamizzati 18 mesi della Giunta Polverini, che copre gli abusi e le illegittimità del suo assessore Buontempo, Corviale e il Quadrante che lo contiene, sono stati cancellati dal territorio romano e regionale.

Una scelta che ci ha portato come associazioni a denunciare alla Corte dei Conti, per abuso di ufficio e danno erariale, sia l’assessore Buontempo che la Presidente Polverini e il Presidente e il Direttore Generale dell’Ater. Un fatto concreto per indurli a dare seguito agli atti amministrativi approvati e mai cancellati.
Oggi, nostro malgrado, ci vediamo costretti, per essere ascoltati, a non abbandonare la stanza del Presidente Prestagiovanni affinché emergano le responsabilità e i danni che i voluti e i deleteri ritardi sull’avvio dei lavori arrecano alla Comunità di Corviale e del suo Quadrante.

Altri 18 mesi sono passati. Non vorremmo sentirci dire “che è trascorso tanto tempo e i soldi per la riqualificazione del Palazzo Ater non bastano più”. Una beffa insopportabile.
Non ci stiamo a subire in silenzio questo ulteriore degrado per il nostro territorio e siamo qui per rompere quell’insensato e folle muro di gomma che circonda la vicenda dei lavori di Corviale.
Ne va della nostra dignità e del futuro di migliaia di cittadini. “

“ L’assessore Buontempo – prosegue Pino Galeota Portavoce “coordinamento Corviale Domani” – non può fare il furbetto del quartierino. In un momento di grande crisi e difficoltà delle imprese non solo non si soddisfa la riqualificazione del palazzo da anni chiesta dagli inquilini ma non si sostengono neanche le imprese avviando i lavori. La riqualificazione del Serpentone simbolo negativo ci riguarda perché segna il riscatto di un territorio che ha in quel segno lungo un chilometro l’identità dell’intera Comunità del Quadrante Corviale. Noi che ne abbiamo vissuto e partecipato alle trasformazioni positive avvenute in questi anni sia a livello sociale che culturale siamo orgogliosi di viverci e siamo impegnati nel migliorarlo.
La nostra attività e le tante iniziative che si fanno giorno dopo giorno sul territorio grazie a tanti operatori, associazioni, istituzioni meritano attenzioni, solidarietà e rispetto. E’ il futuro che ci interessa e in questo nostro futuro ci dovrà essere anche Il Palazzo Ater. “


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti