Casa  

I nuovi limiti di reddito per l’edilizia residenziale pubblica

Per il biennio luglio 2011, luglio 2013. Una nota del Sunia (Sindacato inquilini) regionale
Enzo Luciani - 13 Ottobre 2011

Puntuale ogni due anni arriva la determinazione dirigenziale del Direttore regionale piani e programmi di ERP della Regione Lazio.

Tale determinazione, aggiorna i limiti di reddito sulla base della variazione assoluta dell’indice ISTAT per l’accesso ai benefici dell’edilizia residenziale pubblica nonché per la decadenza dall’assegnazione degli alloggi di ERP destinati all’assistenza abitativa.Tutto ciò in base a precise normative previste dalle leggi regionali n°12/99 alla legge n°27/06.

Pertanto, per il biennio luglio 2011, luglio 2013 nuovi limiti sono rispettivamente 19.524,88 e 27.334,83 con decorrenza 1 agosto 2011.

Le norme regionali prevedono inoltre l’adeguamento conseguente delle fasce di reddito per la determinazione dei canoni di locazione.

Il SUNIA richiama, l’attenzione della Giunta Regionale su tale aspetto, chiedendo l’aggiornamento dei limiti di reddito peri calcoli dei canoni di locazione corrispondenti in base alla legge n°27/06 art.50 comma 2 ter modificato dalla legge n°11/07 art 3 comma 3.

Pertanto, dovrà essere aggiornata – precisa Cafiero Tomei del Sunia Regionale – la tabella A art 284 L.R.10/2001.in base alle variazioni ISTAT maturate dal 2001. Quanto sopra esplicitato al fine di non danneggiare ulteriormente gli assegnatari nell’immissione nelle fasce corrispondenti al loro reddito.

Questa inadempienza è ormai decennale se non corretta potrà essere elemento di contenzioso tra inquilini ed ATER.
 


Commenti

  Commenti: 1


  1. urp.a cosa serve il censimento x l’aterrroma tanto loro fanno come vogliono,se io pago dal 2004/ la riduzione del canone ,ogni 2/anni il censimento non e che io e mia moglie ci campia la vita o la salute disabili che sono anni ,,l’ater non mi a mai risposto,dicono che devo pagare di più di quando lavoravo,devono vedere o mandarci le tabelle dei redditi dei canoni dal 1991/ad oggi 2019,ma non lo fanno lo sanno che noi sappiamo….

Commenti