Il 2 luglio, all’Auditorium Parco della Musica, l’assemblea annuale dell’Acer

Tra le priorità: rispetto delle norme sulla sicurezza del lavoro, valorizzazione del patrimonio scolastico ed edilizia sociale
di A.M. - 2 Luglio 2008

Il 2 luglio, a Roma, all’ Auditorium Parco della Musica, si è tenuta l’Assemblea Annuale dell’Acer, l’associazione dei costruttori edili di Roma e Provincia. Erano presenti, in viale de Coubertain, i presidenti della Regione Lazio, Piero Marrazzo, della Provincia di Roma, Enrico Zingaretti e il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Grande interesse per il discorso pronunciato dal presidente dell’Acer Giancarlo Cremonesi sulla necessità di accelerare le riforme per superare l’attuale assetto istituzionale dell’area metropolitana di Roma e costruire, da subito, un progetto di sviluppo per la città.
”La vita è più importante di qualsiasi cosa – ha dichiarato Cremonesi. Faremo tutto quello che è possibile perchè venga salvaguardata, cominciando ad espellere dal nostro sistema associativo le imprese che non rispetteranno le norme fondamentali sulla sicurezza e sul lavoro regolare”.

Dall’Assemblea è emerso un quadro preoccupante e bisognoso di interventi risolutivi.

”Oggi il mercato delle case a Roma è squilibrato – ha dichiarato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Ci sono grandi distorsioni. Ci sono almeno 30 mila alloggi che vanno costruiti subito”. Dobbiamo dare risposte alle giovani coppie e al ceto impiegatizio che non arriva a fine mese – ha aggiunto il primo cittadino – il piano per la sicurezza non ha sbocco se non è accompagnato dalla possibilità di integrare le persone senza fissa dimora”.

Preoccupato è anche il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, ”siamo indietro per quanto riguarda l’housing sociale”. ”Raccolgo l’invito che ci viene da voi imprenditori dell’edilizia – ha dichiarato il presidente della Regione – ad aprire un tavolo interistituzionale per vedere quali strumenti si possano utilizzare nell’immediato”.

Nicola Zingaretti ha marcato l’accento sul patrimonio scolastico: ”Siamo pronti alla sua valorizzazione. Vogliamo ricollocare il patrimonio scolastico dove, oggi, ci sono gli studenti. Pensiamo a quattro campus nei quali ci sia un’offerta di formazione, anche, finalizzati a far tornare da noi i cervelli”.

Costruire lo scenario in cui la nostra città potrà continuare ad occupare uno spazio di prestigio – è un obiettivo che sta a cuore, anche, al gruppo consiliare del PD al Comune di Roma.
“Siamo pronti a raccogliere la sfida – ha detto il capogruppo Marroni – e a lavorare insieme per costruire una Roma “ponte dell’Europa verso il Mediterraneo”. In particolare ha dichiarato Marroni – abbiamo apprezzato molto la scelta di espellere dall’Acer le aziende che violano le norme di sicurezza sul lavoro, divenuta una priorità assoluta per l’associazione dei costruttori romani".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti