Il Pdl di Berlusconi si ritrova all’Eur

Alemanno: "Sbagliatissimo votare ora"
di Marco Rollero - 13 Dicembre 2010

Si è tenuta domenica 12 Dicembre 2010 al Palazzo dei Congressi dell’Eur la manifestazione del Pdl romano a sostegno del governo. Bandiere del Pdl, ma anche qualche vessillo di An. E poi striscioni contro Fini e a sostegno di Berlusconi. I militanti del Pdl proveniente da tutto il Lazio hanno invaso il palazzo per la giornata «Tutti con Berlusconi per l’Italia». Grandi applausi quando, all’inizio della manifestazione, è stato trasmesso l’audiomessaggio del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per i Promotori della libertà. Acclamazione per i passaggi in cui il premier si dice sicuro che avrà la fiducia e aggiunge: «Non credo che ci saranno tanti parlamentari così ingenui ad accordarsi ai pifferi del terzo polo». Tra gli interventi dal palco quelli del sindaco Gianni Alemanno e del presidente della Regione Renata Polverini. "Mi auguro che l’apertura delle ‘colombe’ sortisca un effetto – ha detto Alemanno – Spero che ci sia la fiducia e che il governo possa andare avanti, chiaramente costruendo poi un patto di fiducia e di legislatura per prendere degli impegni. Sarebbe sbagliatissimo andare ora al voto".

“Se una critica ci dobbiamo fare – ha poi aggiunto il sindaco – è quella di essere più veloci nelle riforme. Dobbiamo accelerare per il cambiamento dell’Italia e di Roma non possiamo essere messi sul tavolo degli accusati da una sinistra che non ha alcuna autorità morale per fare l’accusatore”. "Penso che – ha detto Polverini – il presidente Berlusconi abbia dato un segnale forte di apertura, credo che abbia in mente che in un momento di crisi come questo sia la cosa migliore ritrovare una maggioranza. Allo stesso tempo penso che se non ha i numeri per governare questo paese sul serio sia assolutamente convinto di ridare agli elettori la facoltà di scegliersi un governo. Siamo qui per sostenerlo e per dirgli che siamo pronti ad entrambe le soluzioni. Alla domanda su un governo con l’appoggio esterno di Futuro e libertà e dell’Udc, Polverini ha detto: "Penso che il Lazio possa essere un modello. Abbiamo un governo con una maggioranza che rappresenta anche l’Udc e La Destra. Credo che allargare e fare una coalizione ampia significa non solo fare una sommatoria di valori ma anche una capacità di sintesi politica. Il Lazio sta dimostrando che è possibile: secondo me può essere un modello di riferimento. Polverini ha poi aggiunto che in questo momento "Berlusconi è sereno e agguerrito in senso positivo". Tra gli interventi anche quello del presidente del consiglio regionale Mario Abbruzzese: "Siamo qui per sostenere il governo nazionale e il nostro premier Berlusconi e per difendere la nostra libertà. Siamo qui per affermare il principio che il Popolo della libertà esiste, e’ forte ed e’ piu’ unito che mai”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti