Dar Ciriola asporto

Il Pranzo di Natale – Una famiglia larga come il mondo

IL libro realizzato dalla Comunità di Sant'Egidio sarà presentato il 10 dicembre2009 alla libreria "Rinascita" di viale Agosta
Maria Giovanna Tarullo - 5 Dicembre 2009

Natale, la parola che spesso ci rimanda al pensiero di casa, famiglia e serenità, ma questo non per tutti. Se solo per un attimo ci caliamo nei panni di tutti coloro che non godono di uno stato di benessere, scopriremo che questa festività può rappresentare una vera e propria maledizione.

Proprio i poveri sono i protagonisti delle storie raccontate, attraverso immagini e racconti, nel libro realizzato dalla Comunità di Sant’Egidio "Il Pranzo di Natale- Una famiglia larga come il mondo ( Leonardo International).

Il libro sarà presentato giovedì 10 dicembre, alle ore 18, presso la libreria "Rinascita" (viale Agosta, 36) alla presenza di personalità che ricoprono figure importanti all’interno della Comunità, come il Dott. Tonino Sammarone e la direttrice della scuola per gli stranieri "Movimento Genti di Pace" la Dott. Laura Numberg.

Il Pranzo di Natale della Comunità di Sant’Egidio ha aperto le porte ai poveri, per la prima volta nella basilica di Santa Maria in Trastevere, rimandando all’accaduto storico dall’idea di Gregorio Magno, che concesse la basilica di San Pietro, a tutti i poveri poichè trovassero da mangiare ed una famiglia. Il Pranzo di Natale, negli anni, è diventato come un altro modo di dire Comunità di Sant’Egidio.

Oltre alla basilica di Santa Maria in Trastevere, il pranzo raccoglie anche i poveri delle periferie romane, con il sostegno delle parrochie.Dal 1982 si è diffuso in molti paesi del mondo, e molti si sono ispirati fino a farne l’"Altro Natale".

Un piccolo saggio di teologia dell’amicizia con i poveri e un manuale di solidarietà quotidiana, alla portata di tutti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti