Il XII Municipio dà il benvenuto al Bilancio Partecipato

Ecco come i cittadini protagonisti sceglieranno le opere da realizzare
di Vittorio Di Guilmi - 29 Gennaio 2010

Il Bilancio Partecipato sbarca finalmente nel Municipio XII. Con l’adozione e l’attivazione concreta di tale strumento decisionale, è infatti la prima volta che l’EUR e i quartieri adiacenti condividono con i residenti le scelte sulla realizzazione di importanti interventi pubblici.

Segnale di forte attenzione e vicinanza alle istanze dei cittadini – come evidenziato dal Presidente del Municipio XII EUR Pasquale Calzetta – il bilancio partecipato rappresenta pertanto un’avanzata esperienza di democrazia diretta. Gli interessati potranno così comodamente votare, con l’apposito modulo presso l’Urp del Municipio oppure direttamente online collegandosi al link http://www.logospa.eu/munixii.php, esprimendo le loro preferenze sui “quattro capitoli di spesa” (lavori pubblici, spazi e aree verdi, attività socio-culturali e sportive, politiche sociali e giovanili) e avanzando proposte.

Come già avviene in altri municipi della capitale, le proposte di singoli interventi edilizi e urbanistici giudicate idonee quindi approvate, verranno inserite in bilancio e passeranno in fase di realizzazione.

Ma nel Municipio XII le novità partono dai giovani. In tal senso, si è deciso di effettuare le assemblee pubbliche nelle scuole del territorio per avvicinare i giovani all’amministrazione.

Con l’ultimo evento del 25 gennaio presso la Sala Consiglio Municipio, si è conclusa così la prima serie di incontri per l’anno finanziario 2010 che vedeva protagonisti negli altri appuntamenti il Liceo Scientifico Cannizzaro e l’Istituto Alberghiero di Piazzale Elsa Morante.

La scelta di virare sugli ambienti studenteschi aveva il preciso obiettivo di sensibilizzare il senso civico e raccogliere utili suggerimenti direttamente dai giovani, ancora non sufficientemente coinvolti nella vita pubblica. Entusiasti dell’iniziativa il Capogruppo del PDL Massimiliano De Iuliis, il Presidente del Consiglio Marco Cacciotti e il consigliere Massimo Cimini, che assicurano di aver raccolto già importanti contributi sulla mobilità del quadrante laurentino che l’amministrazione municipale cercherà di realizzare.

La decisione del Municipio di aprire ai residenti e discutere insieme le proposte di bilancio d’esercizio per l’anno 2010 realizza in questo modo pienamente gli obiettivi della trasparenza, della comunicazione e della partecipazione in un rapporto di reciproco beneficio tra amministrazione e cittadinanza. Si tratta però, a ben guardare, di una storia lunga almeno due anni tra rinvii e bocciature dell’emendamento. Una storia dall’epilogo felice insomma, con i cittadini finalmente coinvolti e protagonisti attivi nella vita politica del Municipio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti