Dar Ciriola asporto

Inaugurato l’asilo nido in via Policastro

Le scuole e l’attenzione alle esigenze dei bambini e delle famiglie tra le priorità del Presidente Palmieri e del VI Municipio
di Letizia Palmisano - 30 Settembre 2009

Martedì 29 è stato inaugurato il nuovo asilo nido nel cuore del VI Municipio, a via Policastro. La struttura, che è già funzionante dal primo settembre di quest’anno, è l’11° asilo nido municipale, ed ha una capienza di 92 posti.

La progettazione e realizzazione è stata seguita dall’Ufficio Tecnico municipale che si è avvalso di tecniche innovative di progettazione partecipata di spazi scolastici, con il supporto della Facoltà di Architettura dell’Università Roma 3, con il coinvolgimento attivo e diretto dei Servizi Educativi municipali e quello di educatrici, coordinatrici ed assistenti che, a titolo gratuito e volontario, hanno dato la loro disponibilità a partecipare a questa progettazione. Il frutto di questo lavoro è una struttura “pensata” dagli educatori, a misura di bimba e bimbo, realizzata dai tecnici municipali.

“Grazie ai nuovi posti disponibili la lista d’attesa municipale è scesa da 309 a 246 unità, 63 risposte positive ad altrettante famiglie dei nostri quartieri e in un anno questo è certamente un dato importante, che incrementa l’offerta senza intaccare la qualità”, ha affermato Giammarco Palmieri, Presidente del Municipio Roma 6. “Complessivamente, – prosegue Palmieri – rispetto allo scorso anno, 103 bambini in più sono stati accolti nei nidi del Municipio Roma 6. L’obiettivo che ci prefiggiamo, e per il quale stiamo lavorando con decisione, è quello di eliminare completamente, entro la fine di questa consigliatura, la lista d’attesa”.

Il Presidente del Municipio ha, quindi, ribadito il valore primario che la scuola per l’infanzia e l’istruzione occupano nell’amministrazione del Sesto Municipio: “Nella nostra città l’attenzione alle esigenze dei bambini ha prodotto innovative esperienze educative ed efficaci metodologie didattiche. Personalmente ritengo questo fatto un grande patrimonio di Roma, che va difeso e incrementato, prima di tutto valorizzando la professionalità delle educatrici e di tutto il personale che opera nei nidi e garantendo strutture adeguate e funzionali. Nel documento programmatico, che ha ottenuto il consenso degli elettori del Municipio, è affermata la volontà di garantire la qualità dei servizi pubblici e l’occasione dell’apertura di un nuovo nido è quella giusta per rinnovarla”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti