Infernaccio. Lollobrigida-Santori: ‘Finito incubo rottamatore’

Il consigliere regionale e il consigliere municipale del Pdl soddisfatti per l'approvazione del piano d'assetto della Tenuta dei Massimi
di S.D.C. - 12 Marzo 2009

«Esprimiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto. Finalmente i residenti della Muratella escono dall’incubo di assistere alla costruzione del più grande rottamatore d’Europa nei pressi di una riserva naturale».

È quanto dichiarato, in una nota, dal consigliere regionale Francesco Lollobrigida, An, e Augusto Santori, consigliere del Pdl in XV municipio, in seguito all’approvazione avvenuta lo scorso 11 marzo, del piano di assetto della Riserva naturale della Tenuta dei Massimi in Consiglio regionale.

«Siamo riusciti dopo tempo», ha spiegato Lollobrigida, «a far capire anche alla maggioranza che era necessario tutelare l’area della Muratella ed evitare, in questo modo, la realizzazione dell’impianto di rottamazione". "Avevo sollevato il problema in più occasioni – ha proseguito il Consigliere regionale – e finalmente la maggioranza ha recepito. È una presa d’atto degli errori commessi da Marrazzo, Veltroni e Gasbarra, che avevano agevolato questa installazione di grande impatto ambientale».

«Un vero e proprio ecomostro – ha infine aggiungiunto Santori – contro il quale i residenti hanno combattuto per diversi mesi. Dobbiamo ringraziare il "Comitato contro il rottamatore dell’Infernaccio" per il suo contributo e siamo soddisfatti che il centro sinistra si sia ravveduto su una posizione avallata dalla giunta regionale nel marzo 2008».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti